Attività svolte

DESCRIZIONE SINTETICA DESCRITTIVA DELL’ATTIVITA’ CULTURALE SVOLTA NEL 2019

Adottando, come di consueto, la ripartizione tematica delle precedenti relazioni sull’attività di Istituto, di seguito si dà conto dell’intensa attività svolta nel 2019 dalla Fondazione Giacomo Matteotti nei diversi settori: 1. Attività editoriale; 2. Convegni, seminari e iniziative di formazione; 3. Mostre e rappresentazioni teatrali; 4. Ricerca; 5. Biblioteca ed Emeroteca; 6. Fondi d’archivio e materiale documentario.

  1. Attività editoriale

Anche per il 2019 la Fondazione ha continuato a patrocinare la pubblicazione del mensile di politica e cultura “Tempo Presente”, fondato da Ignazio Silone e Nicola Chiaromonte. Nel corso dell’anno sono stati pubblicati 4 fascicoli trimestrali con interviste, saggi e contributi originali di autorevoli personalità del mondo della cultura e delle istituzioni. Si segnalano contributi di particolare rilievo realizzati in relazione ai temi etici e civili legati ai grandi anniversari, oltre a nuovi e originali studi sulle figure di Giacomo Matteotti e di Ignazio Silone. Nel 2019, in particolare, un fascicolo monografico ha riportato gli atti del convegno “Da Utopia al XXI secolo: la Svizzera tra libertà e paesaggio”, con interventi di autorevoli storici, geografi e politologi.

Nel corso del 2019 sono stati pubblicati dalla Fondazione Matteotti i volumi e il DVD di seguito indicati:

AA.VV., La Costituzione italiana alla prova della politica e della storia 1948-2028, di pp. 244, edito per i tipi di Rubbettino Editore (Soveria Mannelli, maggio 2019), sesto della collana “Studi di Storia e politica” della Fondazione Giacomo Matteotti, diretta da Ester Capuzzo, Antonio Casu e Angelo G. Sabatini. Il volume riporta (inter alia) saggi originali di Alberto Aghemo, Giorgio Benvenuto, Francesco Bonini, Ester Capuzzo, Andrea Ciampani, Tommaso Frosini, Francesco Margiotta Broglio, Guido Melis, Michela Minesso, Antonio Patuelli, Mario Pendinelli, Rocco Pezzimenti, Angelo G. Sabatini, Cesare Salvi e Giancarlo Vallone. Il volume propone, in una dimensione interdisciplinare, il contributo di autorevoli studiosi sul grado di attuazione della Carta costituzionale a settant’anni dalla sua entrata in vigore.

  1. Aghemo e R. Pace (a cura di), Mediterraneo: tradizione, patrimonio, prospettive. Una proposta per l’innovazione e lo sviluppo, di 364 pp., terzo della collana “Testimonianze e ricerche” edita dalla Fondazione Giacomo Matteotti (Roma, dicembre 2019). Nel volume sono pubblicati saggi originali di Emmanuele Francesco Maria Emanuele, Antonello Folco Biagini, Angelo G. Sabatini, Giovanna Motta, Patrizia Pampana, Francesca Russo, Elena Dumitru, Alessandro Vagnini, Fabio L. Grassi, Cornelia Bujin, Giuseppe Motta, Andrea Carteny, Daniel Pommier Vincelli, Nadan Petrovic, Francesco Forte, Rossella Pace, Marco Cilento, Abdessamad El Jaouzy, Beatrice Romiti, Alessandro Saggioro, Angela Bernardo, Leone Spita, Roberto Ruggieri, Giuliana Vinci, Fabiana Giacomotti e Alberto Aghemo. Il testo affronta il tema del ruolo che i Paesi dell’area mediterranea sono chiamati a svolgere nel campo della tutela e della valorizzazione del patrimonio culturale, della cooperazione internazionale, delle reti infrastrutturali, delle antiche e nuove imprese, dello sviluppo delle risorse umane in una logica di convivenza, accoglienza e mutuo riconoscimento, assecondando i driver dell’innovazione e delle attività vocate dei diversi territori.

DVD

È stato realizzato il DVD dal titolo Mediterraneo: tradizione, patrimonio, prospettive. Una proposta per l’innovazione e lo sviluppo che propone filmati originali (interviste, documentazione e animazioni) realizzati nel corso della ricerca effettuata dalla Fondazione Matteotti sul medesimo tema. Il DVD, distribuito in allegato all’omonimo volume, riporta conversazioni sul Mediterraneo con Emmanuele F.M. Emanuele e con Antonello Folco Biagini, un documentario sulla Cartoteca della Società Geografica Italiana e sul restauro della Carta nautica di Francesco Oliva (XVI secolo) realizzato nell’ambito del programma, oltre a un video sul tema “Il Mediterraneo raccontato ai ragazzi”, con interviste e audiovisivi originali in animazione.

  1. Convegni, seminari e iniziative di formazione

Quanto all’attività convegnistica, come ogni anno diverse iniziative sono state realizzate in collaborazione con Università, associazioni e istituzioni culturali.

Il 23 gennaio 2019 la Fondazione Matteotti ha organizzato il convegno di apertura della mostra documentaria su: Pasquale Galliano Magno – L’avvocato di Matteotti. Una vita per la libertà, la legalità, la giustizia sociale, che si è tenuto presso la Sala del Refettorio della Biblioteca della Camera dei deputati (Via del Seminario, 76 – Roma), in occasione della presentazione della mostra dedicata a Galliano Magno allestita presso la Galleria degli Atti parlamentari di San Macuto dal nostro Istituto, in collaborazione con la Soprintendenza Archivistica e Bibliotecaria dell’Abruzzo e del Molise – MIBACT, con la Fondazione PescarAbruzzo e con la Fondazione di Studi Storici Filippo Turati, sotto il patrocinio della Camera dei deputati. Sono intervenuti: Ettore Rosato, Vicepresidente della Camera dei deputati, Paolo Buonora, Maurizio Degl’Innocenti, Claudio Modena, Adriana Battaglia, Anna Selvaggi, Marina Campana Magno, Angelo G. Sabatini e Alberto Aghemo. Della mostra, e dei successivi allestimenti realizzati nel corso dell’anno si riferisce nell’apposita sezione. Nel corso dell’evento di presentazione della mostra l’autore e attore Alessandro Blasioli ha recitato il suo breve dramma dal titolo “L’avvocato di Matteotti”.

Il 18 febbraio 2019 presso il Centro culturale Aurum di Pescara, in occasione di un nuovo allestimento della mostra, la Fondazione ha organizzato un’analoga giornata di studi, dal titolo L’avocato di Matteotti, convegno di studi in onore di Pasquale Galliano Magno,  con relazioni e interventi di Paolo Buonora, in rappresentanza del MIBACT, Nicola Mattoscio, per la Fondazione PescarAbruzzo e relazioni di Angelo G. Sabatini, Ugo Di Silvestre, Maria Rosaria La Morgia, Michele Di Sivio, Anna Rita Mantini, Elisabetta Narcisi e Daniela Puglisi. L’evento, coordinato dal giornalista Luca Prosperi, si è tenuto presso la sala Gabriele d’Annunzio del Centro Aurum, che ha ospitato anche la mostra documentaria.

Venerdì 22 febbraio, a Sulmona, la Fondazione Giacomo Matteotti, d’intesa con l’Università Unitelma Sapienza di Roma, con la Fondazione Nazionale Giuseppe Capograssi, con la Fondazione di Studi storici Filippo Turati e con il Cenacolo di Tommaso Moro, e in collaborazione con il Tribunale, con la Camera Penale “Serafino Speranza”, con l’Ordine degli Avvocati di Sulmona e con la Fondazione per lo Studio del Diritto penitenziario e con la Biblioteca della Fondazione G. Matteotti, ha organizzato una Lectio magistralis sul tema Responsabilità medica: tra riforme recenti e tutela della vita e dell’integrità psico-fisica”, che si è tenuta presso la sede del locale Tribunale. Hanno portato indirizzi di saluto: Giorgio Di Benedetto, Presidente del Tribunale di Sulmona; Giuseppe Bellelli, Procuratore della Repubblica di Sulmona; Lando Sciuba, Presidente della Fondazione per lo Studio del Diritto penitenziario; Angelo G. Sabatini, Presidente della Fondazione Giacomo Matteotti; Alberto Aghemo, Vicepresidente dell’Istituto. La Lectio magistralis è stata tenuta da Gaetano Edoardo Napoli, Direttore del Dipartimento di Scienze Giuridiche ed Economiche di Unitelma Sapienza – Università degli studi di Roma, e da Nicola Napoletano, Presidente del corso di laurea in Giurisprudenza presso lo stesso ateneo.

Venerdì 24 settembre 2019, preso la sala degli Atti parlamentari della Biblioteca G. Spadolini del Senato della Repubblica, in Roma, su iniziativa della Fondazione Giacomo Matteotti, in collaborazione con la Soprintendenza Archivistica dell’Abruzzo e del Molise, con la Fondazione PescarAbruzzo e con l’Ordine degli Avvocati di Chieti si è tenuto il convegno sul tema L’Abruzzo sconosciuto: tra luci ed ombre il contributo alla storia d’Italia”. L’evento ha presenta e inaugurato un nuovo allestimento, ampliato e arricchito, della mostra “Pasquale Galliano Magno: una vita per la libertà, la legalità e la giustizia sociale”. Sono intervenuti: Angelo G. Sabatini, presidente della Fondazione Giacomo Matteotti; Alberto Aghemo, Vicepresidente dell’Istituto; Claudio Modena, autore del saggio Pasquale Galliano Magno. L’avvocato di Matteotti; Stefano Carluccio, direttore di “Critica sociale”; Pablo Dell’Osa, giornalista e scrittore; Michele Di Sivo, dell’Archivio di Stato di Roma; Nicola Mattoscio, Presidente dell’Associazione “Brigata Maiella”. L’autore e attore Alessandro Blasioli ha recitato un brano sulla Banda Palombaro, composta da partigiani caduti nel 1944. Al convegno e alla mostra è stato riconosciuto il Patrocinio del Senato della Repubblica.

Giovedì 3 ottobre la Fondazione Giacomo Matteotti ha partecipato al Festival delle città, che si è tenuto a Roma presso il Pio Sodalizio dei Piceni in San Salvatore in Lauro. All’incontro-seminario sul tema “Le città e la memoria, contro l’odio”, condotto da Matteo Ricci, presidente di Ali-Autonomie locali italiane, hanno partecipato come relatori la Senatrice Liliana Segre ed Alberto Aghemo che, per la Fondazione, ha trattato il tema “Matteotti e la memoria collettiva. L’eredità civile e ideale di un martire per la democrazia”.

Mercoledì 30 ottobre, presso la sala Verde dell’Istituto Sturzo in Via delle Coppelle a Roma, si è tenuto il convegno-incontro Ricordo di Fabio Grassi Orsini, organizzato dalla Fondazione Giacomo Matteotti in collaborazione con l’ISPLI – Istituto storico per il pensiero liberale internazionale, a un anno dalla scomparsa dell’illustre storico del pensiero liberale. Ha presentato e coordinato l’evento Alberto Aghemo; relatore principale è stato l’On. Prof. Antonio Patuelli, Presidente dell’Abi. A margine della commemorazione si è tenuta la presentazione del volume La Costituzione italiana alla prova della politica e della storia 1948-2018, di cui si riferisce nell’apposita sezione.

Attività seminariale:

In collaborazione con Unitelma Sapienza – Università degli studi di Roma, il Prof. Angelo G. Sabatini e il Dott. Alberto Aghemo hanno tenuto un ciclo di seminari sui temi di seguito indicati:

  • 06/02/2019 Concezione e condizione della donna nell’Età dei Lumi
  • 06/03/2019 La giustizia tra diritto e politica
  • 10/04/2019 Antipolitica: genesi e fenomenologia di un malessere crescente
  • 15/05/2019 Legittimazione, poteri e limiti della rappresentanza politica
  • 12/06/2019 Democrazia popolare, sovranità popolare e populismo
  • 11/12/2019 Democrazia virtuosa e virtuale, post-democrazia

Sul tema della diversità (culturale, linguistica, biologica, antropologica) è stata elaborata, d’intesa con la costituenda Fondazione Petroselli e con il Comune di Roma, una serie di incontri seminariali con la partecipazione di esperti, ricercatori, operatori sociali e cultori della materia ed ai quali partecipano studenti degli ultimi anni dei Licei di Roma. Nel corso del 2019 incontri seminariali sono stati realizzati sui seguenti temi: La diversità nello sportIl fondamento antropologico della diversità – Il diverso nella natura umana. Biologia e genetica. La razza – La diversità delle religioni e la convivenza. Fondamentalismo – La diversità in politica – Il gioco della diversità sessuale – La diversità nei diritti umani – Etica della diversità. Educare alla diversità. Le menzionate iniziative sono state pianificate e realizzate con la collaborazione del MIUR – Direzione Gen. per lo Studente, l’integrazione e la partecipazione, e del Comune di Roma, II Municipio – Assessorato Politiche giovanili e cultura, e dell’XI Municipio – Assessorato Politiche della scuola e della cultura.

Concorsi per le scuole:

L’edizione 2018/19 del Concorso Matteotti per le scuole è stata bandita il 15 novembre 2018 e pubblicata sul sito del MIUR, oltre che delle Fondazioni Matteotti e Turati, d’intesa con la Direzione Generale per lo Studente. Nella nuova edizione del concorso, la quarta dalla sua istituzione, i partecipanti al Concorso sono starti chiamati sviluppare la seguente traccia: “Giacomo Matteotti, parlamentare e segretario del PSU, il maggior partito di opposizione, fu ucciso dai sicari fascisti il 10 giugno 1924 sul Lungotevere a Roma, mentre si recava alla Camera. Fu ucciso perché difensore rigoroso e intransigente dei valori di libertà personali e di gruppo, della democrazia rappresentativa, della inclusione sociale e dello Stato di diritto. Il suo sacrificio non fu vano, poiché sui valori che egli interpretò si è definita l’identità della Repubblica italiana al momento della sua costituzione. Tale lascito va riproposto e ricordato giorno per giorno, in una sfida che la globalizzazione, la multietnicità, la rivoluzione tecnologica rendono oggi ancora più impegnativa”.

Anche per questa edizione gli studenti delle scuole superiori sono stati invitati a realizzare elaborati scritti (fino a un massimo di 5.000 battute), ovvero grafici o multimediali. A questo fine è stato realizzato un supporto didattico digitale, disponibile sui siti internet della Fondazione Giacomo Matteotti (www.fondazionematteottiroma.org) e della Fondazione di Studi storici Filippo Turati (www.fondazionestudistoriciturati.it) che raccoglie materiale documentale e iconografico predisposto per le scuole. La premiazione si è tenuta nel corso di una cerimonia presso la Sala della Comunicazione della sede del MIUR il 17 ottobre 2019. I vincitori della IV edizione per l’anno scolastico 2018/19 sono stati le classi del  Liceo di Scienze Umane “Isabella Gonzaga” di Chieti e dell’I.I.I.S di Bojano (CB); sono state inoltre riconosciute alcune menzioni. Un’ampia documentazione sui lavori premiati e le relative motivazioni sono pubblicate sui siti internet della Fondazione Matteotti, della Fondazione Turati e del MIUR.

Nel mese di ottobre 2019 è stata inoltre bandita la V edizione Concorso Matteotti per le Scuole, a cura del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca – Direzione Generale per lo Studente, l’Integrazione e la Partecipazione, la Fondazione Matteotti Onlus e la Fondazione di studi storici Filippo Turati Onlus per l’anno scolastico 2019/2020. L’iniziativa è, come nelle precedenti edizioni, rivolta agli alunni della scuola secondaria di secondo grado e intende contribuire a ricordare il politico polesano che ha sacrificato la propria vita per la piena attuazione dei valori democratici e dei principi di giustizia sociale e di crescita civile, culturale, sociale ed economia del Paese. In questa edizione, i partecipanti al Concorso sono chiamati sviluppare la seguente traccia: “Giacomo Matteotti oggi. Pensieri e riflessioni su una testimonianza umana e politica ancora attuale”. Gli studenti delle scuole superiori sono invitati a realizzare elaborati scritti (fino a un massimo di 5.000 battute), ovvero grafici o multimediali – in collaborazione con i familiari, gli insegnanti, gli amici e le Istituzioni – sempre al fine di condividere un’esperienza di formazione civile e di partecipazione attiva. Gli elaborati avrebbero dovuto essere consegnati entro il 31 marzo 2020 ma il termine, d’intesa con il Ministero dell’Istruzione, è stato prorogato a seguito dell’emergenza sanitaria nazionale CoVid-19.

Commemorazioni e manifestazioni matteottiane del 2019:

Nel corso del 2019 si sono tenute diverse cerimonie commemorative, unitamente a un’intensa attività di formazione e di informazione rivolte prevalentemente ai giovani presso le scuole superiori della Capitale e del Lazio, che hanno in particolare coinvolto gli istituti di seguito indicati: Convitto Nazionale Vittorio Emanuele II, Liceo Scientifico Talete, Liceo Classico Giulio Cesare, Liceo Classico e delle scienze umane Benedetto da Norcia, I.I.S Federico Caffè di Roma; Liceo Classico Leonardo da Vinci di Maccarese-Fregene; Liceo Scientifico Statale G. Peano di Monterotondo.

Come ogni anno, la Fondazione Giacomo Matteotti – Onlus, in stretta collaborazione con il Circolo culturale Giuseppe Saragat e Giacomo Matteotti, ha organizzato la cerimonia di commemorazione di Giacomo Matteotti a 95 anni dalla sua morte. L’evento si è tenuto lunedì 10 giugno 2019 alle ore 10.00 in Lungotevere Arnaldo da Brescia, presso la stele monumentale, alla presenza di Autorità nazionali e locali, di rappresentanti di Fondazioni e Associazioni, di esponenti del mondo del lavoro e della scuola. Anche quest’anno l’evento è stato aperto con la deposizione di una corona della Presidenza della Repubblica ed è stata data lettura del messaggio di saluto del Presidente Sergio Mattarella.

All’evento, cui è stato riconosciuto il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei ministri e del Comune di Roma, hanno partecipato e sono intervenuti (tra gli altri): Virginia Raggi, Sindaca di Roma Capitale e Città metropolitana; Carla Ruocco, Pres. Comm. Finanze – Camera dei deputati; Francesco Maria Giro, Segretario di Presidenza del Senato; Angelo G. Sabatini, Presidente della Fondazione Giacomo Matteotti onlus; Vincenzo Pirillo, del Presidente Circolo Culturale Saragat-Matteotti; Francesca Del Bello, Presidente del Municipio II Roma Capitale; Cecilia D’Elia, Assessore alle Politiche sociali e sanitarie, politiche per l’integrazione del Municipio II Roma Capitale; Marta Leonori, in rappresentanza della Regione Lazio; Giulia Narduolo, già Deputato, relatrice D.D.L. Matteotti; Andrea Casu, Segretario del Partito Democratico di Roma; Roberto Morassut, Deputato Partito Democratico; Enzo Maraio, Segretario Naz. Partito Socialista Italiano; Maurizio Degl’Innocenti, Presidente della Fondazione Filippo Turati; Carlo Fiordaliso, Segretario Generale Fondazione Pietro Nenni e Antonio Tedesco, Dir. Scientifico Fondazione Pietro Nenni; Giorgio Panizzi, Vicepresidente Circolo Fratelli Rosselli; Carlo Cotticelli, Docente di Storia contemporanea; Italo Arcuri, scrittore – autore del libro “Il corpo di Matteotti”; Maria Mantello, Presidente Ass. Libero Pensiero G. Bruno; Oscar Tortosa, resp. Politiche interne Italia dei Diritti; Aladino Lombardi, Vicepresidente dell’Anfim Associazione Nazionale Famiglie Italiane Martiri; Emilio Ricci, Vicepresidente Nazionale dell’ANPI; Valerio Bruni, Vicepresidente ANPI di Roma; Roberto Campo, Presidente I.S.S. Viglianesi – UIL; Angelo Colombini, Segretario Confederale CISL; Emilio Miceli, Segretario Confederale CGIL; Amedeo Scornaienchi, Presidente Ass. Ambiente e Società; Raffaele Vescera, autore del libro “il Giudice e Mussolini”.

Presentazioni di pubblicazioni:

Nel corso del 2019 si sono succedute diverse presentazioni di volumi a cura della Fondazione Matteotti. Tra queste ricordiamo:

Il 12 febbraio 2019 a Firenze, in collaborazione con la Fondazione Circolo Fratelli Rosselli, si è tenuta, preso lo “Spazio Rosselli” di Via Alfani, una nuova presentazione del volume Preludio alla Costituente, a cura di Alberto Aghemo, Giuseppe Amari e Blando Palmieri, con interventi di Valdo Spini, Margherita Cassano e Giuliano Amato. Il volume collettaneo, edito da Castelvecchi (Roma, 1918) sotto gli auspici dell’AICI – Associazione delle istituzioni di cultura italiane e alla cui redazione la Fondazione Matteotti ha attivamente partecipato, ha una prefazione di Valdo Spini e una postfazione di Giuliano Amato.

Il 27 marzo a Roma, presso la Sala del Refettorio della Biblioteca della Camera dei deputati, la Fondazione Matteotti ha organizzato, in collaborazione con la Fondazione di Studi storici Filippo Turati e con la Fondazione Bruno Buozzi, la presentazione del saggio di Andrea Ricciardi, Paolo Treves. Biografia di un socialista diffidente, edito da FrancoAngeli, Milano 2019. Hanno presentato il volume: Maurizio Degl’Innocenti, Angelo G. Sabatini, Giorgio Benvenuto, Simona Colarizzi, Mariuccia Salvati e Giuseppe Vacca. È intervenuto anche l’Autore.

Il 30 marzo a Civita Castellana l’Istituto ha organizzato la presentazione della nuova edizione, accresciuta e aggiornata, del volume di Italo Arcuri, Il corpo di Matteotti (EMI Editore, 2019), con prefazione di Antonio Casu. Sono intervenuti Salvatore Nasti, Fondazione Matteotti, ed Ettore Muffo, ANPI, oltre all’Autore e a Giancarlo Contessa.

Il 30 ottobre, presso l’Istituto Sturzo di Roma, la Fondazione, in collaborazione con l’ISPLI – Istituto storico del pensiero liberale internazionale, ha curato la presentazione del volume collettaneo La Costituzione italiana alla prova della politica e della storia 1948-2018, edito per i tipi di Rubbettino (Soveria Mannelli, 2019) per la Collana “Studi di Storia e politica” della Fondazione Matteotti, diretta da Ester Capuzzo, Antonio Casu e Angelo G. Sabatini. Hanno presentato il volume i Professori Gerardo Nicolosi, dell’Università di Siena, e Fabrizio Politi, dell’Università dell’Aquila, moderati da Alberto Aghemo.

Il 16 dicembre, presso L’Arcano di Roma, in collaborazione con il Cenacolo di Tommaso Moro, è stata organizzata la presentazione del volume collettaneo Crocevia del presente. Studi in onore di Giorgio Pacifici, a cura di A. Casu, con interventi di Ester Capuzzo, Vittorio Pavoncello, Alberto Aghemo e Massimo De Angelis. Ha moderato Antonio Casu, che ha introdotto il contributo finale dello stesso Giorgio Pacifici.

  1. Mostre e rappresentazioni teatrali

Dopo avere realizzato, in collaborazione con la Fondazione di Studi storici Filippo Turati di Firenze, la mostra Giacomo Matteotti 1924-2014 – allestita per la prima volta nell’ambito della Festa Nazionale del PD di Bologna nel periodo 27 agosto – 7 settembre 2014 e in seguito nuovamente presentata, con un allestimento aggiornato e plurilingue, a Strasburgo, presso la sede del Parlamento europeo, il 7 luglio del 2015, con il titolo “Matteotti la Guerra e l’Europa”, la Fondazione ha collaborato, nel corso del 2018 all’organizzazione e alla presentazione della mostra “Pasquale Galliano Magno, l’avvocato di Matteotti. Una vita per la libertà, la legalità la giustizia sociale” realizzata dalla Soprintendenza Archivistica e Bibliografica dell’Abruzzo e del Molise e inaugurata a Chieti il 7 febbraio 2018, presso il locale Tribunale, nell’area antistante l’Aula di recente dedicata alla storica figura dell’avvocato antifascista abruzzese che rappresentò la famiglia Matteotti nel processo che si tenne nel capoluogo teatino nel marzo del 1926.

Nel 2019 il nostro Istituto ha collaborato con la citata Soprintendenza e con l’Archivio di Stato di Roma per organizzare una nuova edizione – integrata con ulteriore materiale documentario ma con il medesimo titolo “Pasquale Galliano Magno, l’avvocato di Matteotti. Una vita per la libertà, la legalità la giustizia sociale” – destinata a essere ospitata presso la sede di Palazzo San Macuto. Qui la mostra documentaria è stata allestita e aperta al pubblico, presso la Galleria degli Atti parlamentari della Biblioteca della Camera dal 23 gennaio al 6 febbraio 2019.

Un ulteriore allestimento della mostra ha avuto luogo presso la Sala Gabriele d’Annunzio del Centro culturale Aurum di Pescara, dal 18 al 28 febbraio 2019.

In edizione aggiornata e ampliata, infine, la mostra è stata allestita ed aperta al pubblico presso la Sala degli Atti parlamentari della Biblioteca del Senato della Repubblica dal 24 settembre al 4 ottobre 2019.

Rappresentazioni teatrali:

La Fondazione Matteotti ha patrocinato la realizzazione e la rappresentazione della pièce teatrale “Matteotti parla”, messa in scena da Massimiliano Perrotta e Roberto Pensa con la supervisione storica e scientifica della Fondazione Matteotti. Lo spettacolo, che propone in forma drammatica l’ultimo discorso di Giacomo Matteotti, tenuto alla Camera il 30 maggio 1924, è stato rappresentato, nel 2019, in occasione di convegni e cerimonie commemorative, oltre che in più di 20 scuole superiori di Roma e provincia.

Il 23 gennaio 2019 a Roma presso la Sala del Refettorio della Camera dei deputati e il 18 febbraio 2019 a Pescara, presso la Sala Gabriele d’Annunzio del Centro culturale Aurum, la Fondazione ha curato la rappresentazione del breve dramma dell’autore e attore Alessandro Blasioli dal titolo “L’avvocato di Matteotti” dedicato alla figura di Pasquale Galliano Magno.

Il 24 settembre a Roma, in occasione del convegno inaugurale della mostra dedicata a Galliano Magno presso la sala degli Atti Parlamentari della Biblioteca del Senato, la Fondazione ha promosso e patrocinato la messa in scena del monologo “La banda Palombaro. I partigiani giustiziati nel 1944”, scritto e recitato da Alessandro Blasioli.

  1. Ricerche

Nel corso del 2019 è stata portata a compimento l’attività di ricerca relativa al progetto “La Costituzione italiana alla prova della politica e della storia. 1948-2018”, curato e diretto da Angelo G. Sabatini, Antonio Casu ed Ester Capuzzo, di cui si è già riferito (v. supra) e i cui esiti sono stati pubblicati, nel maggio 2019, per conto della Fondazione Matteotti da Rubbettino editore nella collana di Istituto “Studi di Storia e politica” in un volume di 244 pp. Nel testo sono presenti contributi scientifici originali, tra gli altri, di Ester Capuzzo, Antonio Patuelli, Rocco Pezzimenti, Goorgio Benvenuto, Francesco Margiotta Broglio, Tommaso Frosini, Francesco Bonini, Andrea Ciampani, Cesare Salvi e Alberto Aghemo.

È stata realizzato, nel periodo marzo-dicembre 2019 un articolato programma di ricerca sul tema “Mediterraneo: tradizione, patrimonio, prospettive. Una proposta per l’innovazione e lo sviluppo condotto in collaborazione con autorevoli enti e istituzioni, tra i quali la Fondazione Terzo Pilastro – Internazionale, la Fondazione Sapienza e la Società Geografica Italiana. La ricerca affronta il tema del ruolo che i Paesi dell’area del Mediterraneo sono chiamati a svolgere nel campo della tutela e della valorizzazione del patrimonio culturale, della cooperazione internazionale, delle reti infrastrutturali, delle antiche e nuove imprese, dello sviluppo delle risorse umane in una logica di convivenza, accoglienza e mutuo riconoscimento, assecondando i driver dell’innovazione e delle attività vocate dei diversi territori. Il progetto ha inteso realizzare, in chiave interdisciplinare, un’ampia e documentata ricognizione dell’area mediterranea nelle sue diverse e articolate componenti istutizionali, culturali, etniche, antropologiche ed economiche al fine di evidenziare – sulla base di una documentata analisi storica – la straordinaria ricchezza del patrimonio dei Paesi che si affacciano sul Mediterraneo e le grandi potenzialità di sviluppo che sono loro proprie in virtù di una tradizione plurimillenaria.La ricerca offre inoltre una serie di linee guida per istituzioni, imprese e studiosi che vogliano attuare efficaci politiche di potenziamento e di rilancio del patrimonio culturale, umano e imprenditoriale della realtà mediterranea. La ricerca si è avvalsa dei contributi di oltre venti autorevoli studiosi e qualificati ricercatori, tra i quali figurano Emmanuele F. M. Emanuele, Antonello Folco Biagini, Giovanna Motta, Francesco Forte, Andrea Carteny, Alessandro Saggioro, Fabio L. Grassi, Nadan Petrovic, Abdessamad El Jaouzy, Elena Dumitru, Daniel Pommier Vincelli, Patrizia Pampana, Cornelia Bujin, Rossella Pace e Alberto Aghemo. Gli esiti sono stati pubblicati in un volume, di cui si riferisce nell’apposita sezione, con allegato un DVD fuori commercio che propone interviste originali e produzioni audiovisive dedicate al tema del Mediterraneo, realizzate nell’ambito del progetto. Nell’ambito del programma, infine, è stata curato il restauro dell’antica carta nautica del Mediterraneo di Francesco Oliva, di proprietà della Società Geografica Italiana.

In collaborazione con la Fondazione Circolo Fratelli Rosselli, Sapienza – Università di Roma e sotto gli auspici dell’AICI – Associazione delle isituzioni di cultura italiane, L’Istituto ha promosso e avviato un vasto progetto di ricerca intedisciplinare sul tema “Indagine sui requisiti di un nuovo Umanesimo. Rivisitando culture e vicende che hanno attraversato l’Europa e il mondo. Un programma di ricerca culturale, civile e sociale”. Il progetto – che muove dalla considerazione che i preoccupanti, difficili problemi che abbiamo di fronte, non solo e non tanto sul piano nazionale, ma su quello europeo e mondiale, richiedono un forte impegno di comprensione, innanzitutto, e poi di concreta e coerente azione, accompagnata da una forte motivazione etica – si articola in tre sezioni: 1. Cultura, istruzione e politiche formative; 2. Lavoro, società ed economia; 3. Istituzioni democratiche nazionali, europee ed internazionali. Si tratta di un programma di ricerca culturale e sociale che al di là della valenza civile, formativa e socio-culturale, si propone come un’indagine di vasta portata e di forte impronta interdisciplinare e, al contempo, come una proposta neo-umanistica per il XXI secolo. In ciò il programma prende in qualche misura spunto dai principi e dai valori che hanno animato il recente progetto editoriale e di formazione “Preludio alla Costituente”, che ha visto la fattiva quanto proficua partecipazione di venti Istituti associati all’AICI, tra i quali la Fondazione Matteotti ha svolto un fattivo ruolo promotore, e che ha riscosso vasti consensi anche in autorevoli sedi istituzionali.

  1. Biblioteca ed emeroteca

Nell’ultimo anno (2019) la Biblioteca ha visto, grazie al contributo erogato ad hoc dal MIBACT, un significativo aumento dell’attività di schedatura SBN del proprio patrimonio bibliografico, che è stato peraltro incrementato grazie ad acquisizioni e, soprattutto, donazioni. L’Istituto ha peraltro proseguito l’attuazione del progetto per la “Creazione di un sistema informatico-telematico per la valorizzazione e la fruibilità pubblica, anche in rete, del patrimonio librario e documentale della Fondazione Giacomo Matteotti”. Il programma prevede l’utilizzo degli strumenti informatici nella catalogazione dei beni librari, oltre all’attività di schedatura e alla realizzazione di abstract e tesaurus del patrimonio librario dell’Istituto con la condivisione in rete dei dati mediante adesione al Polo SBN.

Al patrimonio di oltre 6.500 libri schedati, di cui 4.250 nel sistema SBN (3.300 lo scorso anno: gli inserimenti son tuttora in corso), si sono aggiunti 1.200 nuovi volumi in corso di schedatura (1.800 lo scorso anno): si tratta recenti acquisizioni dovute prevalentemente a donazioni e, in parte, ad acquisti e a scambi di pubblicazioni.

In tale prospettiva, particolare rilievo assume la collezione dei Periodici, che assomma a oltre 350 testate, per un totale di 8.800 fascicoli, dei quali è in programma l’avvio della catalogazione SBN. Si tratta di riviste, italiane ed estere, di storia, economia e politica nazionale e internazionale degli anni 1945-1970. Tra queste: ABN Corrispondence, Adesso, Affari esteri, Affari sociali internazionali, Aggiornamenti sociali, Argomenti Socialisti, Avanti!, Avvenimenti, L’Astrolabio, Azione sociale, Biblioteca della libertà,  Clio, Concretezza, Correspondance politique etrangére, Critica marxista, Critica Sociale, Democratia, Documenti sul Comunismo, Economia pubblica, Enea, Esope, Le Figaro, Le Figaro litteraire, Giustizia, Il cannocchiale, Il Contemporaneo, L’Humanité, Der Monat, Il Mulino, Le Monde, L’Express, Libri e riviste d’Italia, Mondoperaio, Die Neue Gesellschaft, Nuova rivista internazionale, Nuova Stampa, Kulturbrief, Kultura, Nord e Sud, Pekin Information, Politica internazionale,  Il Ponte, Problems of Communism, Ragionamenti, Rassegna sindacale, Realtà del Mezzogiorno, Relazioni internazionali,  Revue de politique internationale, Rinascita, Rivista di politica economica, Scuola e città, Socialisme,  Studi romani, Survey, Tempo Presente, The Current Digest Soviet, The Twentieth Century, Urss oggi, L’Umanità, Il Verri, Vie nuove, Vita, Vita e pensiero, Vita italiana, Zukunft, etc.

  1. Fondi d’archivio e materiale documentale

Pur nei limiti posti dalle stringenti esigenze di contenimento della spesa si è proseguito nell’attività di ordinamento e di regesto dei fondi d’archivio di recente acquisizione. Si sta ordinando il materiale d’archivio donato dagli eredi del Prof. Antonio Glauco Casanova concernente la sua partecipazione alla vita del Partito Socialdemocratico Italiano (Psdi), con particolare riferimento alla sua collaborazione con l’on. Luigi Preti e alla sua funzione di direttore del quotidiano del partito, “L’Umanità”.  Il Presidente della Fondazione ha preso contatto con la Vedova dell’On. Egidio Ariosto per l’acquisizione di materiale d’archivio.

Si è inoltre proceduto alla realizzazione di un progetto di connessione tra l’archivio della Fondazione Matteotti e quello di altri Istituti culturali al fine di realizzare un sistema di connessione tra la biblioteca e l’archivio della Fondazione e quelli di altre istituzioni legate idealmente e storicamente ai principi del pensiero democratico e riformista. Prosegue l’opera di reperimento e organizzazione dei documenti d’archivio ai fini della notifica dei fondi di maggior rilievo e del rilascio della dichiarazione dell’interesse culturale degli stessi ai sensi dell’art. 13 del Codice dei beni culturali (d. lgs. 22 gennaio 2004, n.42).

***********************************************

DESCRIZIONE SINTETICA DESCRITTIVA DELL’ATTIVITA’ CULTURALE SVOLTA NEL 2018

Adottando, come di consueto, la ripartizione tematica delle precedenti relazioni sull’attività di Istituto, di seguito si dà conto dell’intensa attività svolta nel 2018 dalla Fondazione Giacomo Matteotti nei diversi settori: 1. Attività editoriale; 2. Convegni, seminari e iniziative di formazione; 3. Mostre; 4. Ricerca; 5. Biblioteca ed Emeroteca; 6. Fondi d’archivio e materiale documentario.

  1. Attività editoriale

Anche per il 2018 la Fondazione ha continuato a patrocinare la pubblicazione del mensile di politica e cultura “Tempo Presente”, fondato da Ignazio Silone e Nicola Chiaromonte. Nel corso dell’anno sono stati pubblicati 4 fascicoli trimestrali con interviste, saggi e contributi originali di autorevoli personalità del mondo della cultura e delle istituzioni. Si segnalano, nel periodo di riferimento, contributi di particolare rilievo realizzati in relazione ai temi etici e civili legati ai grandi anniversari: dalla Grande Guerra alla Rivoluzione d’ottobre, dall’entrata in vigore della Costituzione ai fermenti culturali e politici del Sessantotto, oltre a nuovi e originali studi sulle figure di Giacomo Matteotti e di Ignazio Silone.

Nel 2018 la Fondazione Giacomo Matteotti ha pubblicato, nel mese di agosto il “Quaderno di Tempo Presente” di AA.VV. dal titolo Per i novanta anni di Angelo G. Sabatini, con saggi e contributi – tra gli altri – di Alberto Aghemo, Patrizia Arizza, Marco Armandi, Giuseppe Cantarano, Elio D’Auria. Maurizio Degl’Innocenti, Paolo de Nardis, Emmanuele F.M. Emanuele, Dino Limone, Enzo Mattina, Giuliana Mocchi, Guido Pescosolido. La pubblicazione, di 172 pagine, comprende anche un inedito di A.G. Sabatini.

Nel dicembre 2018 è stato pubblicato il volume A. Aghemo (a cura di), Il Mezzogiorno tra responsabilità e tradimento. Il Meridione dall’intervento straordinario all’età della crisi. I nuovi driver dello sviluppo e la prospettiva mediterranea, con saggi di Guido Pescosolido, Luigi Paganetto, Angelo Airaghi, Alberto Aghemo, Mario Morcellini ed Emmanuele F. M. Emanuele e interventi di Hassan Abouyoub, Enzo Mattina, Enzo Scotti, Gerardo Bianco e Adriano Giannola. Il testo, di 335 pagine, è stato editato dalla Fondazione Giacomo Matteotti nella collana “Testimonianze e ricerche” ed è accompagnato da un DVD del quale si riferisce in seguito.

Nel medesimo mese di dicembre, grazie alla collaborazione delle Fondazioni Giacomo Matteotti, Giuseppe Di Vittorio e Circoli Fratelli Rosselli, è stato infine pubblicato: Alberto Aghemo, Giuseppe Amari e Blando Palmieri (a cura di), Preludio alla Costituente, Prefazione di Giorgio Spini e Postfazione di Giuliano Amato, con saggi originali di – tra gli altri – Giampiero Bianchi, Cinzia Cassani, Giorgio Benvenuto, Gianvito Mastroleo, Pietro Polito, Leonardo Casalino, Francesco Giasi, Massimo Castoldi, Marco Bianchi, Michele Dau, Giancarlo Monina, Flavio Felice, Carlo Verri, Maurizio Degl’Innocenti, Graziella Falconi e Almerigo Apollonio. Il testo, di 543 pagine, è stato pubblicato dall’editore Castelvecchi di Roma nella collana “Master”.

Sempre nel 2018 è stata ristampata una nuova edizione riveduta e aggiornata della pubblicazione Fondazione Giacomo Matteotti Onlus 1973-2018, in occasione della ricorrenza del 45° anniversario della costituzione dell’Istituto. La pubblicazione, illustrata, consta di 70 pagine.

Nel corso del 2018 sono inoltre stati realizzati dalla Fondazione N. 2 DVD:

  • Il primo, dal titolo Il Mezzogiorno tra responsabilità e tradimento, riporta audiovisivi originali sul tema della questione meridionale dal secondo Dopoguerra ai primi anni Duemila, oltre a un’intervista al Prof. Mario Morcellini e alla versione e-book, in formato Pdf, dell’omonimo volume sopra citato.
  • Il secondo, dal titolo Preludio alla Costituente, integra i temi e il testo del volume dal medesimo titolo del quale si è sopra riferito, e riporta cortometraggi ed estratti di filmati storici dedicati alle figure di: Argentina Altobelli, Bruno Buozzi, Giuseppe Di Vagno, Piero Gobetti, Gianfranco Maris, Giacomo Matteotti, Carlo e Nello Rosselli, Silvio Trentin.
  1. Convegni e attività di formazione

Quanto all’attività convegnistica, come ogni anno diverse iniziative sono state realizzate in collaborazione con Università, associazioni e istituzioni culturali.

Il 7 febbraio 2018 la Fondazione Matteotti ha organizzato, in collaborazione con il MIBACT – Soprintendenza Archivistica e bibliografica dell’Abruzzo e del Molise, con il Tribunale di Chieti, con la Fondazione PescarAbruzzo, e con l’Ordine degli Avvocati di Chieti, il convegno dal titolo “Seconda giornata nazionale contro il bullismo e il cyberbullismo”. L’evento si è tenuto presso il Palazzo di Giustizia di Chieti in occasione dell’inaugurazione della mostra “Pasquale Galliano Magno, l’avvocato di Matteotti. Una vita per la libertà, la legalità e la giustizia sociale”, realizzata dalla citata Soprintendenza abruzzese in collaborazione anche con il nostro Istituto. Relatori al convegno sono stato il Prof. Filippo Paziente e la Dott.ssa Adriana Battaglia; per la Fondazione Matteotti è intervenuto il presidente, Prof. Angelo G. Sabatini.

Nei giorni 20 e 21 aprile si è tenuto a Firenze, per iniziativa della Fondazione di Studi storici Filippo Turati e con la collaborazione e l’adesione dell’Associazione degli Istituti di cultura italiani (AICI), della Fondazione Circolo Fratelli Rosselli e della Fondazione Giacomo Matteotti, il convegno La Rivoluzione d’ottobre: Mito e memoria, con la partecipazione di autorevoli studiosi italiani e stranieri.

Nel corso del 2018 si è tenuto a Sulmona (AQ), ad opera della Fondazione Matteotti e in collaborazione con numerose istituzioni locali e nazionali, un articolato ciclo di Lectiones magistralis sulla Giustizia di cui si riferisce sinteticamente di seguito. L’iniziativa è stata realizzata dal nostro Istituto d’intesa con l’Università Unitelma Sapienza di Roma, con la Fondazione Nazionale Giuseppe Capograssi, con la Fondazione di Studi storici Filippo Turati, con la Fondazione di Studi di Diritto penitenziario di Sulmona e con il Cenacolo di Tommaso Moro, e in collaborazione con il Tribunale, con la Camera Penale e con l’Ordine degli Avvocati di Sulmona. L’iniziativa è nata dall’opportunità di riprendere criticamente e di approfondire, con il contributo di autorevoli studiosi e di qualificati esperti, temi e questioni del dibattito in corso sulla giustizia affrontando alcuni punti nodali del dibattito ideale sulla giustizia, con un focus particolare sul rapporto evolutivo tra questa e un principio di responsabilità che va evolvendo alla luce di nuove prospettive culturali, valoriali e scientifiche, sul ruolo della giustizia a fronte della drammatica emergenza dei fenomeni migratori, sul nichilismo giuridico e la “verità” della giustizia, sul rapporto tra diritto e politica.

In apertura del ciclo delle Lectiones, venerdì 6 aprile 2018, si è tenuto presso il Tribunale di Sulmona il Convegno sul tema La crisi dello Stato democratico attraverso il disagio delle istituzioni, nel corso del quale è stato, tra l’altro, presentato il volume Democrazia, istituzioni e consenso. Segni e significati di una crisi, recentemente pubblicato dalla Fondazione Matteotti. Ha presieduto il convegno Angelo G. Sabatini, Presidente della Fondazione Giacomo Matteotti e sono intervenuti; Lando Sciuba, Presidente della Fondazione per lo Studio del Diritto penitenziario; Antonio Casu, Presidente del Cenacolo di Tommaso Moro; Mario Carta, docente di diritto dell’Unione europea dell’Università Unitelma Sapienza; Tito Lucrezio Rizzo, giurista e storico delle istituzioni; ha concluso i lavori Alberto Aghemo, Vicepresidente della Fondazione Giacomo Matteotti.

Venerdì 8 giugno si è tenuta presso il Tribunale di Sulmona, la Lectio magistralis sul tema La giustizia tra diritto e nuove tecnologie, del Prof. Angelo G. Sabatini, presidente della Fondazione Matteotti e docente di Filosofia politica, discussants il Prof. Angelo Airaghi, docente di Economia e Tecnologia dei processi produttivi presso l’Università Tor Vergata, Roma 2 e il Prof. Vincenzo Mongillo, docente di Diritto penale presso l’Università degli Studi di Roma Unitelma Sapienza.

Venerdì 29 giugno ha avuto luogo, presso l’Auditorium della SS. Annuziata di Sulmona, la Lectio magistralis sul tema La Giustizia di fronte ai fenomeni migratori, del Dott. Avv. Giovanni Salvi, Procuratore Generale di Roma, discussants il Prof. Mario Carta, docente di Diritto europeo dell’immigrazione, Università degli Studi di Roma Unitelma Sapienza, ed il Dott. Guido Bolaffi, sociologo e direttore di “West”.

Venerdì 28 settembre si è tenuta, presso il tribunale di Sulmona, la Lectio magistralis del Prof. Luciano Violante, presidente della Associazione Italiadecide, su La Giustizia tra diritto e politica, discussants il Prof. Gaetano Edoardo Napoli, docente di Diritto civile e direttore del Dipartimento di Scienze Giuridiche ed Economiche, e il Prof. Vincenzo Mongillo, docente di Diritto penale, Università degli Studi di Roma Unitelma Sapienza.

Il 27 giugno 2018, presso la Sala del Refettorio della Biblioteca della Camera dei deputati, si è tenuto, a cura della Fondazione Giacomo Matteotti e con la collaborazione della Fondazione Terzo Pilastro – Internazionale, il convegno sul tema Il Mezzogiorno tra responsabilità e tradimento. Il Meridione dall’intervento straordinario all’età della crisi. I nuovi driver dello sviluppo e la prospettiva mediterranea”, nel corso del quale è stato presentato al pubblico e alla comunità scientifica il draft del Rapporto relativo all’omonima ricerca della quale si riferisce in altra sezione. Il convegno è stato realizzato con il contributo di economisti, storici, esperti ed esponenti del mondo accademico e delle istituzioni. Nel corso del convegno, al quale la Rai – Radiotelevisione italiana ha concesso il patrocinio in considerazione del riconosciuto valore culturale dell’iniziativa, sono stati proiettati filmati di rilevante interesse storico e documentario. Sono intervenuti, in veste di relatori, i Professori Guido Pescosolido e Luigi Paganetto e hanno partecipato – tra gli altri – al panel di esperti: Hassan Abouyoud, Ambasciatore del Regno del Marocco; Gerardo Bianco, Presidente dell’Animi; Vincenzo Scotti, Presidente della Link University; Vincenzo Mattina, di Quanta Italia, e Adriano Giannola, Presidente della Svimez. I lavori sono stati presieduti dal Prof. Angelo G. Sabatini e conclusi dal Dott. Alberto Aghemo.

Attività seminariale:

In collaborazione con l’Università Unitelma Sapienza, il Prof. Angelo G. Sabatini e il Dott. Alberto Aghemo hanno tenuto un ciclo di seminari sui temi di seguito indicati:

  • 7 febbraio 2018: Sovranità popolare e sovranità sovranazionale
  • 7 marzo 2018: La pace come mito, come valore e come politica
  • 9 maggio 2018: Opinione pubblica, new media e piazza virtuale
  • 6 giugno 2018: Nuove forme di autoritarismo e la crisi del principio di autorità
  • 24 ottobre 2018: Sovranità e sovranismo tra consenso nazionale e istituzioni sovranazionali
  • 28 novembre 2018: Linguaggio politico e ricerca del consenso nell’era del social media

Concorsi per le scuole:

Una nuova edizione del Concorso Matteotti per le scuole è stata bandita, d’intesa con il MIUR e in collaborazione con la Fondazione di Studi storici Filippo Turati per l’Anno Scolastico 2017-2018. Il bando, pubblicato nell’ottobre 2017, prevedeva che gli elaborati fossero consegnati entro il 23 marzo 2018 per consentire di effettuare la cerimonia di premiazione nel corso dell’anno scolastico. Il tema indicato è stato “Matteotti e la sua lezione civile di democrazia e libertà nello spirito della Costituente e della Costituzione della Repubblica italiana”. Il tema – come si legge nel Bando – “prende spunto dalla testimonianza ideale e civile di Matteotti, dalla sua ferma denuncia del fascismo e dal celebre, drammatico discorso tenuto alla Camera il 30 maggio del 1924 per richiamare i valori fondativi della Costituzione della Repubblica italiana in occasione del 70° anniversario della sua redazione ed entrata in vigore”. Gli studenti delle scuole superiori sono stati invitati a realizzare elaborati scritti, ovvero grafici o multimediali – in collaborazione con i familiari, gli insegnanti, gli amici e le Istituzioni – per condividere un’esperienza di formazione civile e di partecipazione attiva. Il 25 maggio 2018, nella Sala della Comunicazione della sede del MIUR, sono stati premiati i vincitori dell’edizione 2017-18 del Concorso nazionale Matteotti per le scuole. Sono risultati vincitori della terza edizione del concorso:

Mauro Matteo Lenti, del Liceo Classico “G. Siotto-Pintor” di Cagliari, per la categoria “Testi” con la composizione “Discorsi di resistenza”;

Chiara Gallicchio, del Liceo Classico “Quinto Orazio Flacco” di Potenza, per la categoria “Grafica” con l’opera “Dike eternatrice di ideali”;

Giuseppe Sansevero e Umberto Aiello, dell’IIS “Petrucci-Ferraris-Maresca” di Catanzaro Lido, per l’audiovisivo dal titolo “Matteotti operaio della politica”.

L’edizione 2018/19 del Concorso Matteotti per le scuole è stata bandita il 15 novembre 2018 e pubblicata sul sito del MIUR, oltre che delle Fondazioni Matteotti e Turati, d’intesa con il la Direzione Generale per lo Studente. Il bando prevede che gli elaborati siano consegnati entro il 31 marzo 2019 per consentire di effettuare la cerimonia di premiazione entro il corrente a.s. In questa edizione, i partecipanti al Concorso sono chiamati sviluppare la seguente traccia: “Giacomo Matteotti, parlamentare e segretario del PSU, il maggior partito di opposizione, fu ucciso dai sicari fascisti il 10 giugno 1924 sul Lungotevere a Roma, mentre si recava alla Camera. Fu ucciso perché difensore rigoroso e intransigente dei valori di libertà personali e di gruppo, della democrazia rappresentativa, della inclusione sociale e dello Stato di diritto. Il suo sacrificio non fu vano, poiché sui valori che egli interpretò si è definita l’identità della Repubblica italiana al momento della sua costituzione. Tale lascito va riproposto e ricordato giorno per giorno, in una sfida che la globalizzazione, la multietnicità, la rivoluzione tecnologica rendono oggi ancora più impegnativa”.

Pertanto, gli studenti dovranno produrre elaborati che rappresentino alla luce di quanto esplicitato sopra, la loro visione di tali valori democratici inseriti nella complessità dell’attuale società.

Anche per questa edizione gli studenti delle scuole superiori sono invitati a realizzare elaborati scritti (fino a un massimo di 5.000 battute), ovvero grafici o multimediali – in collaborazione con i familiari, gli insegnanti, gli amici e le Istituzioni – per condividere un’esperienza di formazione civile e di partecipazione attiva. A questo fine è stato realizzato un supporto didattico digitale, disponibile sui siti internet della Fondazione Giacomo Matteotti (www.fondazionematteottiroma.org) e della Fondazione di Studi storici Filippo Turati (www.fondazionestudistoriciturati.it) che raccoglie materiale documentale e iconografico predisposto per le scuole.

Si segnala, infine, che il 19 marzo 2018 è stato sottoscritto il Protocollo d’Intesa tra MIUR – Direzione generale per lo Studente, l’integrazione e la partecipazione, la Fondazione Giacomo Matteotti e la Fondazione di Studi storici Filippo Turati per “Offrire alle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado un sostegno alla formazione storica e civile ricordando la figura e la testimonianza di Giacomo Matteotti per promuovere tra i giovani un modello di cittadinanza attiva e consapevole”. Il Protocollo, di durata triennale (2018-2020), prevede l’impegno congiunto del Ministero e delle citate Fondazioni per “promuovere e sviluppare, nel rispetto dei principi e delle scelte di autonomia scolastica delle singole Istituzioni scolastiche, iniziative di collaborazione al fine di realizzare attività programmatiche volte a divulgare i valori della partecipazione civile, della condivisione dei principi della democrazia e gli ideali di antifascismo, democrazia, libertà e pluralismo culturale, proponendo una profonda riflessione sulla vita e sulla testimonianza civile di Giacomo Matteotti” mediante “iniziative didattiche e formative, attraverso il coinvolgimento diretto degli istituti scolastici di tutto il territorio nazionale, promuovendo percorsi di informazione e di formazione attraverso l’utilizzo e la divulgazione dei contenuti e dei materiali storici” in possesso delle Istituzioni coinvolte. È in corso l’elaborazione di un intenso programma di iniziative didattiche e di formazione a livello nazionale in via di definizione, unitamente alla Fondazione Turati, con la Direzione Generale per lo Studente del MIUR.

Commemorazioni e manifestazioni matteottiane del 2018:

Domenica 10 giugno 2018 alle ore 10:30, in Lungotevere Arnaldo da Brescia presso la stele monumentale, si è tenuta la commemorazione di Giacomo Matteotti a 94 anni dal suo assassinio da parte dei fascisti. La cerimonia è stata organizzata come ogni anno dalla Fondazione Giacomo Matteotti e dal Circolo Saragat-Matteotti, insieme al Municipio II di Roma, alla Fondazione di Studi storici Filippo Turati, alla Fondazione Nenni e alla presenza di Autorità nazionali e locali, di rappresentanti di Fondazioni e Associazioni, di esponenti del mondo del lavoro e della scuola.

La cerimonia ha avuto il patrocinio della Camera dei deputati il cui Presidente, On.le Roberto Fico, ha inviato un messaggio di saluto di cui è stata data lettura in apertura della commemorazione. Sono state deposte corone del Presidente della Repubblica, del Sindaco, del Municipio Roma II, della Fondazione Matteotti, del Circolo Saragat Matteotti, della Fondazione di Studi Storici Filippo Turati, insieme a omaggi floreali di circoli e associazioni. Hanno portato la loro testimonianza di vicinanza alla memoria e ai valori etici e civili di Giacomo Matteotti, con interventi di grande intensità e partecipazione: Paola Taverna, vice Presidente del Senato; Virginia Raggi, Sindaca di Roma; Valentina Grippo, in rappresentanza della Regione Lazio; Francesca Del Bello, Presidente del Municipio II di Roma; Roberto Morassut, Partito Democratico; Ruben Della Rocca, vice Presidente della Comunità Ebraica di Roma; Angelo G. Sabatini, Presidente della Fondazione Giacomo Matteotti; Carlo Fiordaliso, vice Presidente Fondazione Pietro Nenni; Laura Matteotti, nipote di Giacomo Matteotti; Italo Arcuri, giornalista, saggista e poeta, che ha letto una composizione ispirata a Matteotti; Carlo Cotticelli, docente di Storia contemporanea; Enzo Pirillo, del Circolo Saragat Matteotti di Roma. Alberto Aghemo, Vicepresidente della Fondazione Giacomo Matteotti ha concluso la commemorazione e ha dato lettura del messaggio inviato da Maurizio Degl’Innocenti, Presidente della Fondazione di Studi storici Filippo Turati.

In precedenza, martedì 22 maggio 2018, la lezione morale, politica e civile di Giacomo Matteotti è stata ricordata alla presenza degli studenti del locale Istituto Comprensivo, nella sala Consiliare del Comune di Riano, a poca distanza dal luogo del rinvenimento del corpo del martire antifascista avvenuto il 16 agosto del 1924. La commemorazione, con relazioni e proiezioni di filmati, è stata curata dalla Fondazione Giacomo Matteotti in collaborazione con il Comune di Riano.

Un’ulteriore commemorazione-lezione su Giacomo Matteotti si è tenuta presso il Liceo Scientifico Statale G. Peano di Monterotondo il 23 marzo del 2018, relatori il Prof. Angelo G. Sabatini, il Dott. Alberto Aghemo e il Dott. Salvatore Nasti, per le classi 4e e 5e, con proiezioni di filmati e con l’attiva partecipazione di docenti e studenti.

Presentazioni di pubblicazioni:

Numerose presentazioni sono state effettuate, a cura della Fondazione Matteotti, anche nel corso del 2018. Si segnala di seguito una selezione di tali eventi. Il 10 aprile 2018, in collaborazione con il Cenacolo di Tommaso Moro, con l’ISPLI – Istituto Storico per il Pensiero Libera le Internazionale e il Centro Studi Toqueville-Acton, si è tenuta presso la Fondazione Besso la presentazione del libro di Andrea Frangioni, Francesco Ruffini. Una biografia intellettuale, il Mulino, Bologna 2017. Ha presieduto: Luigi Compagna. Relatori: Flavio Felice e Rocco Pezzimenti.

A Sulmona, venerdì 6 aprile 2018, presso il Tribunale è stato presentato il volume Democrazia, istituzioni e consenso. Segni e significati di una crisi, a cura di Alberto Aghemo, recentemente pubblicato dalla Fondazione Matteotti, con interventi, tra gli altri, di Angelo G. Sabatini, Antonio Casu, Mario Carta e del curatore.

Venerdì 12 ottobre presso la sala degli Atti parlamentari della Biblioteca del Senato è stata organizzata dalla Fondazione Matteotti la presentazione del volume di Fabio Vander, La critica e le forme. Saggio di filosofia dell’arte, ed. Mimesis, 1918. Ne hanno discusso – con l’Autore – Alberto Aghemo, Roberto Deidier, Luigi Manfreda ed Elio Pecora. Ha coordinato Angelo G. Sabatini.

Mercoledì 5 dicembre 2018, presso la Sala della Lupa di Palazzo Montecitorio, la Fondazione Giacomo Matteotti ha organizzato, insieme alla Fondazione Giuseppe Di Vittorio e al Circolo Fratelli Rosselli di Roma e con il patrocinio dell’AICI – Associazione degli istituti di cultura italiani, la presentazione del volume collettaneo Preludio alla Costituente, a cura e con introduzione di Alberto Aghemo, Giuseppe Amari e Blando Palmieri, con Prefazione di Valdo Spini e Postfazione di Giuliano Amato, edito da Castelvecchi Editore. Ha portato un saluto istituzionale l’On. Ettore Rosato, vicepresidente della Camera dei deputati e sono intervenuti, insieme ai curatori: Flavia Nardelli, Gianfranco Pasquino, Cesare Pinelli, Alessandro Roncaglia, Valdo Spini, Livia Turco e Lucio Villari. Nel corso dell’incontro sono stati proiettati alcuni filmati storici.

All’iniziativa, editoriale e di formazione, hanno aderito e contribuito le fondazioni: Associazione Nazionale per gli Interessi del Mezzogiorno d’Italia, Argentina Altobelli, Lelio e Lisli Basso, Bruno Buozzi, Giuseppe Di Vagno, Giuseppe Di Vittorio, Gramsci, Nilde Jotti, Anna Kuliscioff, Giacomo Matteotti, Memoria della deportazione, Pietro Nenni, Giulio Pastore, Circolo fratelli Rosselli, Fondazione di Studi storici Filippo Turati e Centro Documentazione e Ricerca Trentin, Centro Studi Piero Gobetti, Istituto di Studi Politici S. Pio V, Istituto Regionale per la Cultura Istriano-Fiumano-Dalmata, Istituto Luigi Sturzo.

Il medesimo volume, Preludio alla Costituente, è stato presentato in forma privata il successivo 14 dicembre al Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in un’udienza al Quirinale, presenti i curatori, l’editore e l’On. Valdo Spini.

  1. Mostre

Dopo avere realizzato, in collaborazione con la Fondazione di Studi storici Filippo Turati di Firenze, la mostra Giacomo Matteotti 1924-2014 – allestita per la prima volta nell’ambito della Festa Nazionale del PD di Bologna nel periodo 27 agosto-7 settembre 2014 e in seguito nuovamente presentata, con un allestimento aggiornato e plurilingue, a Strasburgo, presso la sede del Parlamento europeo, il 7 luglio del 2015, con il titolo “Matteotti la Guerra e l’Europa” – la Fondazione ha collaborato, nel corso del 2018 all’organizzazione e alla presentazione della mostra “Pasquale Galliano Magno, l’avvocato di Matteotti. Una vita per la libertà, la legalità la giustizia sociale” realizzata dalla Soprintendenza Archivistica e Bibliografica dell’Abruzzo e del Molise e inaugurata a Chieti il 7 febbraio 2018, presso il locale Tribunale, nell’area antistante l’Aula di recente dedicata alla storica figura dell’avvocato antifascista abruzzese che rappresentò la famiglia Matteotti nel processo che si tenne nel capoluogo teatino nel marzo del 1926. Il nostro Istituto – con il coinvolgimento della Biblioteca della Fondazione – sta collaborando con la citata Soprintendenza, con l’Archivio di Stato di Roma e con la Biblioteca della Camera dei deputati per organizzare una nuova edizione – integrata con ulteriore materiale documentario ma con il medesimo titolo “Pasquale Galliano Magno, l’avvocato di Matteotti. Una vita per la libertà, la legalità la giustizia sociale” – destinata a essere ospitata presso la Galleria degli Atti parlamentari della Biblioteca della Camera a fine gennaio 2019. L’evento sarà preceduto da un Convegno di presentazione in calendario per mercoledì 23 gennaio 2019. Sono previsti un indirizzo di saluto del Vicepresidente della Camera dei deputati, On. Ettore Rosato, e interventi – tra gli altri – di Maurizio Degl’Innocenti, Claudio Modena, Stefano Carluccio, Paolo Buonora, Adriana Battaglia e Marina Campana Magno. I lavori saranno aperti da Angelo G. Sabatini e chiusi da Alberto Aghemo.

Un ulteriore allestimento della mostra è previsto presso il Centro culturale Aurum di Pescara per il 18 febbraio 2019; in apertura, si terrà un convegno che prevede la collaborazione del nostro Istituto e della Biblioteca della Fondazione Matteotti ed un intervento del Prof. Sabatini.

  1. Ricerche

Nel corso del 2018 è stato portato a compimento l’ampio programma di ricerca, già menzionato, sul tema delle politiche per il Mezzogiorno d’Italia dal secondo dopoguerra ai nostri giorni, dal titolo “Il Mezzogiorno tra responsabilità e tradimento. Il Meridione dall’intervento straordinario all’età della crisi. I nuovi driver dello sviluppo e la prospettiva mediterranea”. Il progetto si è avvalso del contributo scientifico di accreditati enti di ricerca, coinvolge esperti, ricercatori qualificati, esponenti del mondo accademico e delle istituzioni: vi anno preso parte, in collaborazione con la Fondazione Giacomo Matteotti: l’ANIMI, Associazione Nazionale per gli Interessi del Mezzogiorno d’Italia; la SVIMEZ, Associazione per lo sviluppo dell’industria nel Mezzogiorno; la Fondazione Economia dell’Università di Roma 2 – Tor Vergata; la Fondazione Terzo Pilastro – Internazionale. Il progetto ha dato conto, attraverso la realizzazione intermedia di un Rapporto sul Mezzogiorno tradito – il cui draft è stato presentato al pubblico e alla comunità scientifica a Roma nel corso del convegno tenutosi il 27 giugno 2017 presso la Sala del Refettorio della Biblioteca della Camera dei deputati – sulle ragioni storiche e strutturali della questione meridionale e sulla sua recente declinazione alla luce della crisi economica degli ultimi anni. La sezione storica della Ricerca è stata coordinata dal Prof. Guido Pescosolido, quella economica dal Prof. Luigi Paganetto. Il progetto ha dato luogo alla publicazione del saggio dal medesimo titolo, accompagnato da un DVD che contiene materiale audiovisivo originale, la versione e-book del testo e gli atti del menzionato convegno.

Nel corso dell’anno è stato inoltre realizzato, in occasione del 70° anniversario dell’entrata in vigore della Costituzione italiana, il vasto progetto editoriale e di formazione sul tema “Preludio alla Costituente”, condotto dalla Fondazione Giacomo Matteotti in stretta collaborazione con la Fondazione Giuseppe Di Vittorio e con la Fondazione Circolo fratelli Rosselli e curato congiuntamente, per i tre istituti, rispettivamente da Alberto Aghemo, Giuseppe Amari e Blando Palmieri. Il progetto ha avuto il sostegno e il patrocinio dell’AICI – Associazione degli istituti di cultura italiani e vi hanno attivamente partecipato oltre venti isituzioni culturali del Paese, tra le quali le fondazioni: ANIMI – Associazione Nazionale per gli Interessi del Mezzogiorno d’Italia, Argentina Altobelli, Lelio e Lisli Basso, Bruno Buozzi, Giuseppe Di Vagno, Giuseppe Di Vittorio, Gramsci, Nilde Jotti, Anna Kuliscioff, Giacomo Matteotti, Memoria della deportazione, Pietro Nenni, Giulio Pastore, Circolo fratelli Rosselli, Studi storici Filippo Turati, Centro Documentazione e Ricerca Trentin, Centro Studi Piero Gobetti, Istituto di Studi Politici S. Pio V, Istituto  Regionale per la Cultura Istriano-Fiumano-Dalmata, Istituto Luigi Sturzo.

Il progetto editoriale e di formazione Preludio alla Costituente ha inteso presentare le più significative testimoniante civili e ideali di autorevoli personalità che hanno anticipato i valori che sarebbero poi stati a fondamento della Costituzione italiana, spesso pagando con la vita, con l’emarginazione o con l’esilio l’adesione alle idealità costituenti. Tra queste si segnalano, le figure di Giovanni Albertini, Argentina Altobelli, Giovanni Amendola, Bruno Buozzi, Eugenio Colorni, Eugenio Curiel, Giuseppe Di Vagno, Francesco L. Ferrari, Lina Fibbi, Leone Ginzburg, Piero Gobetti, Antonio Gramsci, Anna Kuliscioff, Giacomo Matteotti, Mino Micheli, Teresio Olivelli, Sergio Paronetto, Giaime Pintor, Carlo e Nello Rosselli, Giuseppe Toniolo, Silvio Trentin, Filippo Turati, Carla Voltolina Pertini. La ricerca ha ricordato con contributi scientifici originali queste ad altre personalità con un saggio critico introduttivo – redatto da autorevoli storici e qualificati esperti – accompagnato da una breve selezione di scritti particolarmente significativi e di alto contenuto ideale e formativo. All’iniziativa, come si è sopra evidenziato, hanno dato la propria adesione una ventina tra i principali istituti di cultura italiani, anche di differente orientamento ideale, rianimando in tal modo il dibattito civile e valoriale già vivo nello spirito dei nostri Costituenti e dei loro predecessori. Dedicato prioritariamente all’informazione e alla formazione dei giovani, il progetto Preludio alla Costituente ha previsto, infine, la realizzazione di un volume dal medesimo titolo – pubblicato dall’editore Castelvecchi di Roma – con prefazione di Valdo Spini e Postfazione di Giuliano Amato, oltre alla realizzazione di un DVD con materiale multimediale (documentari, brevi filmati, documenti digitalizzati), elettivamente indirizzato agli studenti delle scuole superiori.

È stata infine avviata dalla Fondazione Matteotti l’attività di ricerca relativa al progetto “La Costituzione italiana alla prova della poltica e della storia. 1948-2018”, curato e diretto da Angelo G. Sabatini, Antonio Casu ed Ester Capuzzo, con la collaborazione, tra gli altri, di Alberto Aghemo, Paolo Passaniti, Rocco Pezzimenti, Francesco Margiotta Broglio, Tommaso Frosini, Francesco Bonini, Andrea Ciampani e Cesare Salvi. La ricerca, che intende verificare criticamente il livello di attuazione dei principi e degli articoli della Carta cosituzionale dalla sua entrata in vigore ad oggi, registrando al contempo le variazioni inrtervenute sia a seguito dei processi di revisione costituzionale degli ultimi decenni, sia sul piano dell’evoluzione della c.d. “costituzione materiale”, sarà ultimata a inzio 2019 e i suoi esiti saranno pubblicati per conto della Fondazione Matteotti da Rubbettino editore nella collana di Istituto “Studi di Storia e politica”.

  1. Biblioteca ed emeroteca

Nell’ultimo anno (2018) la Biblioteca ha visto, grazie anche al contributo erogato ad hoc dal MIBAC, un significativo aumento dell’attività di schedatura SBN del proprio patrimonio bibliografico, che è stato peraltro incrementato grazie ad acquisizioni e, soprattutto, donazioni.

L’Istituto ha peraltro proseguito nell’attuazione del progetto per la “Creazione di un sistema informatico-telematico per la valorizzazione e la fruibilità pubblica, anche in rete, del patrimonio librario e documentale della Fondazione Giacomo Matteotti”. Il programma prevede l’utilizzo degli strumenti informatici nella catalogazione dei beni librari, oltre all’attività di schedatura e alla realizzazione di abstract e tesaurus del patrimonio librario dell’Istituto con la condivisione in rete dei dati mediante adesione al Polo SBN.

Al patrimonio di oltre 6.500 libri schedati, di cui 3.300 nel sistema SBN (2.200 lo scorso anno: gli inserimenti sono tuttora in corso), si sono aggiunti 1.800 nuovi volumi in corso di schedatura (800 lo scorso anno): si tratta recenti acquisizioni dovute prevalentemente a donazioni (Fondi Sabatini e Aghemo) e, in parte, ad acquisti e a scambi di pubblicazioni.

Particolare rilievo assume la collezione dei Periodici, che assomma a oltre 350 testate, per un totale di 8.800 fascicoli, dei quali è in programma la catalogazione. Si tratta di riviste, italiane ed estere, di storia, economia e politica nazionale e internazionale degli anni 1945-1970. Tra queste: ABN Corrispondence, Adesso, Affari esteri, Affari sociali internazionali, Aggiornamenti sociali, Argomenti Socialisti, Avanti!, Avvenimenti, L’Astrolabio, Azione sociale, Biblioteca della libertà,  Clio, Concretezza, Correspondance politique etrangére, Critica marxista, Critica Sociale, Democratia, Documenti sul Comunismo, Economia pubblica, Enea, Esope, Le Figaro, Le Figaro litteraire, Giustizia, Il cannocchiale, Il Contemporaneo, L’Humanité, Der Monat, Il Mulino, Le Monde, L’Express, Libri e riviste d’Italia, Mondoperaio, Die Neue Gesellschaft, Nuova rivista internazionale, Nuova Stampa, Kulturbrief, Kultura, Nord e Sud, Pekin Information, Politica internazionale,  Il Ponte, Problems of Communism, Ragionamenti, Rassegna sindacale, Realtà del Mezzogiorno, Relazioni internazionali,  Revue de politique internationale, Rinascita, Rivista di politica economica, Scuola e città, Socialisme,  Studi romani, Survey, Tempo Presente, The Current Digest Soviet, The Twentieth Century, Urss oggi, L’Umanità, Il Verri, Vie nuove, Vita, Vita e pensiero, Vita italiana, Zukunft, etc.

  1. Fondi d’archivio e materiale documentale

Come negli anni precedenti, pur nei limiti posti dalle stringenti esigenze di contenimento della spesa, si è proseguita l’attività di ordinamento e di regesto dei fondi d’archivio di recente acquisizione.

Si sta ordinando il materiale d’archivio donato dagli eredi del Prof. Antonio Glauco Casanova concernente la sua partecipazione alla vita del Partito Socialdemocratico Italiano (Psdi), con particolare riferimento alla sua collaborazione con l’on. Luigi Preti e alla sua funzione di direttore del quotidiano del partito, “L’Umanità”. Il Presidente della Fondazione ha preso contatto con la Vedova dell’On. Egidio Ariosto per l’acquisizione di materiale d’archivio.

Si è proceduto nella realizzazione di un progetto di connessione tra l’archivio della Fondazione Matteotti e quello di altri Istituti culturali al fine di realizzare un sistema di connessione tra la biblioteca e l’archivio della Fondazione e quelli di altre istituzioni legate idealmente e storicamente ai principi del pensiero democratico e riformista.

È proseguita l’opera di reperimento e organizzazione dei documenti d’archivio ai fini della notifica dei fondi di maggior rilievo e del rilascio della dichiarazione dell’interesse culturale degli stessi ai sensi dell’art. 13 del Codice dei beni culturali (d. lgs. 22 gennaio 2004, n.42).

***********************************************

DESCRIZIONE SINTETICA DESCRITTIVA DELL’ATTIVITA’ CULTURALE SVOLTA NEL 2017

Il programma delle attività svolte nell’anno 2017 rispecchia le critiche condizioni economico-finanziarie dell’Istituto e è risultato condizionato dalla scarsità dei mezzi disponibili, oltre che dalla progressiva contrazione dei flussi di finanziamento attesi. Ciò premesso, si è posto da parte degli Amministratori il massimo impegno – accompagnato dalla più ampia disponibilità, anche personale – per dar vita, anche per il 2017, a una serie di iniziative in linea con la tradizione culturale e civile della Fondazione Giacomo Matteotti, nel pieno rispetto delle sue finalità istituzionali.

1. Attività editoriale
Nell’anno 2017 la Fondazione ha continuato a patrocinare la pubblicazione della rivista di politica e cultura “Tempo Presente”, fondata da Ignazio Silone e Nicola Chiaromonte. Nel corso dell’anno sono stati pubblicati quattro fascicoli, di cui 2 doppi, con interviste, saggi e contributi originali di autorevoli personalità del mondo della cultura e delle istituzioni. “Tempo Presente” ha proseguito nella pubblicazione di autorevoli e qualificati contributi originali al dibattito, avviato da tempo sulle colonne della testata, sul tema “Segni e significati di una crisi”.
Ha visto la luce la pubblicazione del supplemento alla rivista “Tempo Presente” a carattere monografico, dedicato alla pubblicazione degli Atti del Convegno “Una nuova concezione dell’ordine mondiale. Gli Stati Uniti (politici) d’Europa”, con relazioni e interventi – tra gli altri – di Paolo Savona, Stefano de Luca, Arturo Diaconale, Carlo Scognamiglio Pasini ed Emmanuele F.M. Emanuele.

Si è proceduto alla stampa dei seguenti volumi:

• “Democrazia, istituzioni e consenso. Segni e significati di una crisi”, curato da Angelo G. Sabatini e da Alberto Aghemo, edito dalla Fondazione per i tipi di Rubbettino Editore. Il volume, di AA.VV, si situa nel quadro del rinnovato interesse per i temi storico-istituzionali e filosofico-politici legati all’attuale crisi delle istituzioni rappresentative e riporta interventi di autorevoli studiosi ed esperti – filosofi della politica, costituzionalisti, politologi, storici, sociologi, rappresentanti delle istituzioni – sul tema della crisi della democrazia, analizzato alla luce di competenze diverse e complementari.

• “Temi e problemi di etica medica. La persona al centro della terapia”, di Angelo G. Sabatini e Alberto Aghemo per le edizioni della Fondazione Matteotti, che affronta nodi storici e realtà emergenti dell’etica medica e infermieristica legati ai progressi della scienza e della medicina, da un lato, e all’evoluzione del quadro normativo nazionale, dall’altro, avendo comunque al centro la riflessione sulla centralità del malato – la “persona assistita”, come vuole il moderno lessico deontologico – in una chiave antropologica che trova fondamento e conforto nei nuovi orizzonti della medicina “relazionale”.

2. Convegni, seminari, attività di formazione
Quanto all’attività convegnistica, seminariale e di formazione, come di consueto diverse iniziative sono state pianificate in collaborazione con Università, associazioni e istituzioni culturali.
A Roma si è tenuto il convegno nazionale sul tema L’Italia e gli italiani nella Grande Guerra. Politica economia arte e società (1915-1918), con relazioni di F. Salvatori, R. Ugolini. A. Casu, E. Capuzzo, A.G. Sabatini, A, Aghemo, Carlo Ghisalberti, G. Pescosolido, G. Sabbatucci et alii. Nel corso del convegno è stata presentata la pubblicazione omonima, di recente edita dalla Fondazione Matteotti per i tipi di Rubbettino Editore.
Ha avuto luogo una nuova edizione del Concorso nazionale “Matteotti per le scuole”. Gestita in collaborazione con il MIUR – Direzione generale per lo Studente e con la Fondazione di Studi Storici Filippo Turati, l’iniziativa è rivolta, a livello nazionale, agli alunni della scuola superiore di secondo grado. Il concorso intende contribuire a ricordare il politico polesano che ha sacrificato la propria vita per la piena attuazione dei valori democratici e dei principi di giustizia sociale e di crescita civile, culturale, sociale ed economia del Paese. A coronamento dell’attività di informazione e formazione pianificata d’intesa con il MIUR, la commissione esaminatrice, istituita dal MIUR – DG per lo Studente, ha selezionato, come ogni anno, gli elaborati realizzati dagli alunni degli Istituti chehanno aderito e sono state premiate le migliori realizzazioni, suddivise in diverse categorie: testi, grafica, opere multimediali. Ai vincitori sono state assegnate pubblicazioni su temi di storia contemporanea e targhe commemorative dell’evento.
Programmi di formazione del cittadino nelle scuole e nelle comunità sono stati realizzati in collaborazione con il MIUR, con gli Enti locali (in particolare con l’XI Municipio di Roma) e con gli istituti superiori di istruzione di Roma e del Lazio. I corsi sono finalizzati allo sviluppo della coscienza civica dei giovani e ad incoraggiare forme di partecipazione attiva e consapevole alla vita della comunità e delle sue istituzioni.
Saranno inoltre realizzati numerosi incontri articolati nello schema “ricerca – attività seminariale – convegno”, in collaborazione con Università e Istituzioni culturali di settore. In tale contesto si situa il Convegno sul trema “Il Mezzogiorno tradito. Il Meridione dall’intervento straordinario all’età della crisi. I nuovi driver dello sviluppo e la prospettiva mediterranea” di cui si riferisce più ampiamente nella successiva sezione dedicata all’attività di ricerca, nella quale il convegno medesimo si colloca.

Si riportano di seguito i temi di alcune attività convegnistico-seminariali in programma per il prossimo futuro:
1. Migrazione e cultura: come salvare le radici (nostre e altrui) in un mondo in movimento, Prof. Paolo De Nardis.
2. Giornalismo, un lavoro che cambia in un mondo che cambia, Dr. Alberto Aghemo
3. I nudge per l’amministrazione digitale, Dr. Andrea Casu
4. La privacy negata: sicurezza individuale vs. sicurezza collettiva, Prof. A. G. Sabatini
5. Il lavoro che cambia: mercato, normative e nuove tecnologie, Dr. Sergio Venditti
Ulteriori iniziative sono previste nell’ambito delle intese perfezionate tra il nostro Istituto, le Fondazioni Pietro Nenni e Bruno Buozzi, la Fondazione di Studi storici Filippo Turati di Firenze, la Fondazione Giuseppe Di Vagno di Bari, nonché in collaborazione con l’AICI – Associazione italiana delle istituzioni culturali, alla quale la Fondazione aderisce.

3. Ricerche

Sarà portata a compimento la ricerca, avviata nel corso del 2016, sul tema “Democrazia, istituzioni e consenso. Segni e significati di una crisi”; il progetto è curato da Angelo G. Sabatini e da Alberto Aghemo. La ricerca si situa nel quadro del rinnovato interesse per i temi storico-istituzionali e filosofico-politici legati all’attuale crisi delle istituzioni rappresentative e riporta interventi di autorevoli studiosi ed esperti – filosofi della politica, costituzionalisti, politologi, storici, sociologi, rappresentanti delle istituzioni – sul tema della crisi della democrazia, analizzato alla luce di competenze diverse e complementari.

Nel corso del 2017 La Fondazione Giacomo Matteotti intende realizzare, con il sostegno della Fondazione Terzo Pilastro – Italia e Mediterraneo e in collaborazione con autorevoli istituzioni accademiche e scientifiche, sia pubbliche che private, un ampio programma di ricerca sul tema delle politiche per il Mezzogiorno d’Italia dal secondo dopoguerra ai nostri giorni, dal titolo “Il Mezzogiorno tradito. Il Meridione dall’intervento straordinario all’età della crisi. I nuovi driver dello sviluppo e la prospettiva mediterranea”. Il progetto, che si avvarrà del contributo scientifico della SVIMEZ – Associazione per lo sviluppo dell’industria nel Mezzogiorno e della collaborazione dell’ANIMI – Associazione Nazionale per gli Interessi del Mezzogiorno d’Italia, vedrà coinvolti esperti, ricercatori qualificati, esponenti del mondo accademico e delle istituzioni.
Il progetto intede dar conto, attraverso la realizzazione di un Rapporto sul Mezzogiorno tradito, delle ragioni storiche e strutturali della questione meridionale e della sua recente declinazione alla luce della crisi economica degli ultimi anni. Il Rapporto intende analizzare le più rilevanti criticità legate alla crsi economica che attanaglia il Mezzogiorno, marcando una divario sempre più ampio tra Nord e Sud e cerrtificando il sostanziale fallimento sia delle politiche nazionali di intervento ordinario e straordinario, sia di quelle di convergenza varate dall’Unione europea, baseate sui fondi strutturali. Il progetto è infine focalizzato sull’indicazione dei nuovi driver dello sviluppo del Mezzogiorno e del suo essenziale ruolo nel contesto del Mediterraneo.
Il Rapporto sara realizzato da un qualificato team di studiosi e costituirà la base di discussione per un convegno che si terrà a Roma con il contributo di economisti, storici, esperti ed esponenti del mondo accademico e delle istituzioni. Il Rapporto e gli Atti del convegno sanno pubblicati in un unico, ampio volume nelle edizioni della Fondazione Giacomo Matteotti. I documenti raccolti saranno resi disponibili anche su DVD.
Nel corso dell’anno, inoltre, è previsto l’avvio di un’ampia ricerca bibliografica, su fonti nazioni ed internazionali, destinata alla realizzazione di un data-base, e di una successiva pubblicazione, dal titolo Bibliografia generale ragionata delle opere di e su Giacomo Matteotti. La ricerca, coordinata da Angelo G. Sabatini e da Alberto Aghemo, si avvarrà della collaborazione di qualificati ricercatori ed esperti.

4. Biblioteca ed emeroteca
L’Istituto intende proseguire l’attuazione del progetto per la “Creazione di un sistema informatico-telematico per la valorizzazione e la fruibilità pubblica, anche in rete, del patrimonio librario e documentale della Fondazione Giacomo Matteotti”. Il programma prevede l’utilizzo degli strumenti informatici nella catalogazione dei beni librari, oltre all’attività di schedatura e alla realizzazione di abstract e tesaurus del patrimonio librario dell’Istituto con la condivisione in rete dei dati mediante adesione al Polo Sbn, in virtù della convenzione perfezionata nel 2009 con l’Istituto dell’Enciclopedia Italiana.
E’ in corso un programma di nuove acquisizioni di volumi e riviste, anche attraverso lo strumento dello scambio con le pubblicazioni edite dalla Fondazione.

5. Fondi d’archivio e materiale documentale
Proseguirà l’impegno della Fondazione Matteotti nella partecipazione al progetto “Archivi del Novecento”. Si sta peraltro procedendo alla realizzazione di un progetto di connessione tra l’archivio della Fondazione Matteotti e quello di altri Istituti culturali al fine di realizzare un sistema di condivisione dei dati tra la biblioteca e l’archivio della Fondazione e quelli di altre istituzioni legate idealmente e storicamente ai principi del socialismo democratico.
E’ stato acquisito – e sarà oggetto di regesto – nuovo materiale d’archivio con donazione da parte del Prof. Antonio Glauco Casanova, recentemente scomparso, concernente la sua partecipazione alla vita del Partito Socialdemocratico Italiano (Psdi), con particolare riferimento alla sua collaborazione con l’on. Luigi Preti e alla sua funzione di direttore del quotidiano del partito, “L’Umanità”.
Proseguirà nel futuro l’opera di reperimento e di organizzazione dei documenti d’archivio ai fini della notifica dei fondi di maggior rilievo e del rilascio della dichiarazione dell’interesse culturale degli stessi ai sensi dell’art. 13 del Codice dei beni culturali (d. lgs. 22 gennaio 2004, n.42).

***********************************************

DESCRIZIONE SINTETICA DESCRITTIVA DELL’ATTIVITA’ CULTURALE SVOLTA NEL 2016

  1. Attività editoriale
    Anche per il 2016 la Fondazione ha continuato a patrocinare la pubblicazione del mensile di politica e cultura “Tempo Presente”, fondato da Ignazio Silone e Nicola Chiaromonte. Nel corso dell’anno sono stati pubblicati 6 fascicoli bimestrali con interviste, saggi e contributi originali di autorevoli personalità del mondo della cultura e delle istituzioni. Gli ultimi fascicoli ospitano, tra l’altro, un nuovo ciclo di interventi di storici, politologi, e filosofi della politica sul tema della crisi della democrazia, sotto il titolo “Segni e significati di una crisi”. In tale contesto sono stati pubblicati contributi di A.G. Sabatini, A. Casu, L. Pellicani, G. Cantarano, R. Pezzimenti, G. Cotroneo, A. Airaghi, V. Zanone, F. Pezzuto, R. Speranza, A. Ferrara et alii.
    A inizio 2016 è stato pubblicato il volume “Quale futuro per l’Europa tra crisi, rilancio ed utopia”, di AA.VV., Atti del convegno internazionale promosso dalla Fondazione Matteotti, a cura di M. Carta, con saggi e interventi di Joseph H.H. Wyler, Emanuele F.M. Emanuele, Luigi Paganetto, Antonio Patuelli, Giorgio La Malfa, Mario Mauro, Cesare Salvi, Pier Virgilio Dastoli, Gianni Pittella, per i tipi di Rubbettino Editore, pagg. 260.
    Sempre nel 2016 è stato pubblicato il volume di AA.VV. L’Italia e gli italiani nella Grande Guerra. Politica economia arte e società (1915-1918). La pubblicazione, realizzata con il contributo della D.G. per i Beni Librari del MIBACT, è edita da Rubbettino Editore nella collana di “Storia e politica” della Fondazione Giacomo Matteotti, curata da Ester Capuzzo, Antonio Casu e Angelo G. Sabatini. Il volume, di 275 pagine, si compone di saggi di F. Salvatori, R. Ugolini. A. Casu, E. Capuzzo, A.G. Sabatini, A. Aghemo, Carlo Ghisalberti, G. Pescosolido, G. Sabbatucci, F. Grassi Orsini. L. Pisano, P. Volpato, F. Margiotta Broglio et alii.
    Nel corso dell’anno, infine, è stata realizzata una brochure istituzionale dal titolo Fondazione Giacomo Matteotti – Onlus che presenta, in 52 pagine illustrate, le tappe fondamentali e le principali iniziative culturali e formative dell’Istituto dalla sua costituzione, avvenuta nel 1973, ad oggi.
  2. Convegni e attività di formazione
    Quanto all’attività convegnistica, come ogni anno diverse iniziative sono state realizzate in collaborazione con Università, associazioni e istituzioni culturali.
    Mercoledì 3 febbraio 2016 presso la Cineteca Nazionale, a Roma, la Fondazione Giacomo Matteotti Onlus, la Fondazione di Studi Storici Filippo Turati e Color Teatro hanno presentato una Giornata dedicata a Giacomo Matteotti. Alle ore 20.30 si è tenuto un incontro con Angelo G. Sabatini, Alberto Aghemo, Roberto Pensa, Massimiliano Perrotta, moderato da Paolo Mattera, cui ha fatto seguito la proiezione del video “Matteotti parla”, realizzato con la consulenza storico-scientifica della Fondazione Giacomo Matteotti.
    Lunedì 21 marzo 2016 presso la Sala Aldo Moro a Montecitorio, la Fondazione Giacomo Matteotti Onlus, la Fondazione di Studi Storici Filippo Turati e con la partecipazione della Fondazione Pietro Nenni, hanno organizzato un «Ricordo di Giuseppe Galliano Magno, l’avvocato di Matteotti a 90 anni dal processo di Chieti». Sono intervenuti: Claudio Modena, autore del saggio L’avvocato di Matteotti, Pasquale Galliano Magno; Giorgio Benvenuto, Presidente della Fondazione Pietro Nenni; Maurizio degl’Innocenti, Presidente della Fondazione di Studi storici Filippo Turati; Alberto Aghemo, Vicepresidente della Fondazione Giacomo Matteotti; Vittorio Emiliani, giornalista e scrittore; gli storici Nicola Palombaro e Filippo Paziente. Ha introdotto l’incontro Angelo G. Sabatini, Presidente della Fondazione Giacomo Matteotti.
    A Lungotevere Arnaldo da Brescia venerdì 10 giugno 2016 alle ore 10 è stato ricordato Giacomo Matteotti a 92 anni dalla morte. La commemorazione, alla presenza delle Autorità, si è tenuta nei pressi del monumento il martire per la libertà e la democrazia. Ai piedi della stele sono state deposte corone di fiori. Sono intervenuti alla cerimonia, tra gli altri, Angelo G. Sabatini, Giorgio Benvenuto, Riccardo Nencini, Oscar Tortosa e Massimiliano Valeriani.
    La commemorazione di Giacomo Matteotti e di Giuseppe Saragat è stata inoltre legata al ricordo dello storico Antonio G. Casanova, già vice-presidente della Fondazione Matteotti, recentemente scomparso. L’evento, dal titolo “Da Matteotti a Saragat: un ricordo di Antonio G. Casanova”, si è tenuto presso la Sala Aldo Moro a Montecitorio, lunedì 13 giugno 2016 a partire dalle ore 10:30. Al convegno hanno preso parte: Emmanuele F.M. Emanuele, Presidente Onorario della Fondazione Giacomo Matteotti; Angelo G. Sabatini, Presidente della Fondazione Giacomo Matteotti; Maurizio Degl’Innocenti, Presidente della Fondazione di Studi storici Filippo Turati; Fabio Grassi Orsini, Presidente dell’Ispli; Federico Fornaro, Senatore e storico; Angelo Scavone, Responsabile per l’Università della Fondazione Giuseppe Saragat; Claudio Modena, storico del socialismo riformista; Pier Luigi Gregori, giornalista ed esperto in comunicazione; Alberto Aghemo, Vicepresidente della Fondazione Giacomo Matteotti. Nel corso del convegno sono stati proiettati filmati storici realizzati per la Rai da Antonio G. Casanova.
    Mercoledì 28 settembre 2016, la Fondazione Giacomo Matteotti Onlus e l’Università Unitelma Sapienza di Roma hanno organizzato il Convegno “Dopo Brexit: Quale futuro per l’Europa”, tenutosi a Roma, presso la Biblioteca della Camera dei deputati – Sala del Refettorio Via del Seminario, 76, con relazioni del Prof. Luigi Paganetto (Le conseguenze economico-finanziarie della Brexit) e del Prof. Carlo Curti Gialdino (Le implicazioni giuridico-istituzionali della Brexit), cui è seguita la tavola rotonda sul tema “Oltre Brexit: gli scenari possibili ed auspicabili” con interventi dei Professori Giandonato Caggiano, Mario Carta, Nicolò Conti, Cesare Salvi e Marco Sepe. Nella circostanza è stato anche presentato il volume Quale futuro per l’Europa tra crisi, rilancio ed utopia, a cura di Mario Carta, pubblicato dalla Fondazione Matteotti e da Unitelma Sapienza, Rubbettino Editore.
    Quanto alle attività seminariali e di formazione, di seguito si segnalano alcune delle iniziative più recenti, realizzate in collaborazione con Università e Istituzioni culturali di settore. Si riportano di seguito i temi di altre attività convegnistico-seminariali:
    1. Crisi e rinascita del riformismo nell’Italia repubblicana, Dr. Attilio Scarpellini
    2. Vecchi e nuovi problemi occupazionali della professione giornalistica, Dr. Alberto Aghemo
    3. L’informazione nel mondo del lavoro che cambia, Dr. Alberto Aghemo
    Sempre nel 2016 si segnala, in particolare, che la Fondazione Matteotti, in collaborazione con la ASL RM1, la Regione Lazio e l’Università Unitelma Sapienza, ha organizzato due giornate di studio sul tema “La persona al centro della terapia. Temi e problemi della medicina relazionale”. Il corso-convegno si è tenuto nel pomeriggio di mercoledì 5 e nell’intera giornata di giovedì 6 ottobre 2016 presso la Sala del Refettorio della Biblioteca della Camera dei deputati, Via del Seminario 76 – Roma. Tra le principali relazioni si ricordano: “La persona al centro del percorso terapeutico. Umanesimo e comunicazione nella medicina relazionale” (Prof. Angelo G. Sabatini, Dott. Alberto Aghemo); “Verso una clinica relazionale e ragionevole” (Prof. Ivan Cavicchi); “Un progetto olistico per l’uomo. Scienza, etica e spiritualità” (Prof. Valter Santilli); “L’etica medica tra formazione e professione: la relazione al centro del percorso terapeutico” (Prof.ssa Maria Grazia Marciani, Avv. Augusto Romano, Dott. Luigi Gallo, Prof. Guido Traversa); “Empatia, condivisione e consenso nella relazione terapeutica” (Prof. Ranieri de Maria); “La verità come esperienza condivisa. Etica e comunicazione nella relazione medico-paziente” (Prof. Riccardo Capozzi); “Comunicazione e consenso tra deontologia e percorso terapeutico” (Prof. Simone Pollo); “L’approccio relazionale ai temi eticamente sensibili: fine vita, biotecnologie, sperimentazione” (On.le Prof. Paola Binetti, Dott. Carlo Troilo, Prof. Alberto Carrara L.C.); “Aspetti giuridici della comunicazione medico-persona assistita” (Prof. Gaetano Edoardo Napoli); “Missione umanitaria in Africa: un modello insolito di medicina relazionale” (Dott. Marco Peresson, Dott. Antonio Canestrari); “La dimensione relazionale della medicina nei codici deontologici: obblighi, procedure, best practice” (Dott. Alberto Aghemo).
    Anche nel 2016, sempre in collaborazione con il MIUR e la Fondazione Turati, si è tenuto il concorso “Matteotti per le Scuole”, sul tema “Ricordare Giacomo Matteotti e la sua testimonianza di libertà e di democrazia”. Il concorso si è rivolto, a livello nazionale, agli alunni della scuola superiore di secondo grado e ha inteso contribuire a ricordare il politico polesano che ha sacrificato la propria vita per la piena attuazione dei valori democratici e dei principi di giustizia sociale e di crescita civile, culturale, sociale ed economia del Paese. L’iniziativa, che si inserisce nell’ambito delle attività culturali e di promozione della formazione civile del cittadino che la Fondazione Giacomo Matteotti – Onlus promuove da anni per i giovani, punta – grazie al coinvolgimento delle scuole superiori di secondo grado di tutta Italia – a favorire lo sviluppo, attraverso la formazione di cittadini consapevoli, di una cultura della cittadinanza attiva, della conoscenza e del rispetto delle istituzioni e dei valori fondanti di una società civile. Giovedì 10 novembre 2016, presso il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca sono stati premiati gli studenti vincitori del Concorso nazionale “Matteotti per le scuole” 2016 che hanno realizzato elaborati scritti, ovvero grafici o multimediali per condividere un’esperienza di formazione civile e di partecipazione attiva. Ai vincitori sono state consegnate targhe commemorative dell’evento e pubblicazioni. Nel corso dell’anno si segnalano inoltre alcune iniziative tenute in collaborazione con il Cenacolo di Tommaso Moro, relative, tra l’altro, alla presentazione dei volumi: “Enrico VII e lo Scisma anglicano. Un manoscritto inedito secentesco”, a cura di Carla Benocci, Antonio Casu e Gabriele Ingegneri, e Shylock e il suo mercante”, a cura di Vittorio Pavoncello, Aracne 2016 (con critti di Daniela Carpi, Laura Chiuselli, Anna Foa, Stefano Levi della Torre, Silvia Maiocchi, Donatella Maria, Giovanna Orecchia, Giorgio Pacifici, Ugo Pacifici Noja, Ivelise Perniola, Elio Ugenti).
    Nell’ambito del ciclo di incontri sul tema “Storia e problemi della salute pubblica. Analisi e riflessioni sul sistema sanitario nazionale”, La Fondazione Matteotti ha infine organizzato la presentazione del volume Per il bene del paziente di Valter Santilli. La presentazione si è tenuta venerdì 16 dicembre 2016, alle ore 17:30 presso la Sala degli Atti parlamentari della Biblioteca del Senato della Repubblica, Piazza della Minerva, 38 – Roma. Sono stati invitati a presentare il volume: il Prof. Angelo G. Sabatini, Presidente della Fondazione Giacomo Matteotti; l’On. Dott. Vito De Filippo, Sottosegretario alla Salute; la Dott.ssa Maria Emilia Bonaccorso, Capo redazione Salute&Benessere ANSA; i curatori dell’opera, Paolo Pagliaro e Pietro Schiavello, giornalisti e saggisti; ha moderato Alberto Aghemo, Vicepresidente della Fondazione Giacomo Matteotti, alla presenza dell’Autore, Prof. Valter Santilli, Ordinario di Medicina fisica e riabilitativa Università “La Sapienza” di Roma.
  3. Ricerche
    E’ stato portato a conclusione il progetto “L’Italia e gli italiani nella Grande Guerra. Politica economia arte e società (1915-1918)”. Saggi e ricerche prodotte sono stati pubblicati nel volume omonimo edito, per i tipi di Rubbettino Editore, nella collana di “Storia e politica” della Fondazione Giacomo Matteotti, curata da Ester Capuzzo, Antonio Casu e Angelo G. Sabatini.
    Sempre nel 2016 è stato avviato un ampio programma di ricerca sul tema delle politiche per il Mezzogiorno d’Italia dal secondo dopoguerra ai nostri giorni, dal titolo “Il Mezzogiorno tradito. Il Meridione dall’intervento straordinario all’età della crisi. I nuovi driver dello sviluppo e la prospettiva mediterranea”. Il progetto, che si avvarrà del contributo scientifico della SVIMEZ – Associazione per lo sviluppo dell’industria nel Mezzogiorno e della collaborazione dell’ANIMI – Associazione Nazionale per gli Interessi del Mezzogiorno d’Italia, intende dar conto, attraverso la realizzazione di un Rapporto sul Mezzogiorno tradito, delle ragioni storiche e strutturali della questione meridionale e della sua recente declinazione alla luce della crisi economica nazionale ed internazionale. La realizzazione del progetto, cofinanziato dalla Fondazione Terzo Pilastro – Italia e Mediterraneo, è stata temporaneamente sospesa per insorti problemi amministrativi e riprenderà nel corso del 2017.
    E’ proseguito inoltre il programma di ricerca sul tema “Democrazia, istituzioni e consenso. Segni e significati di una crisi”, curato da Angelo G. Sabatini e da Alberto Aghemo. Il progetto si situa nel quadro del rinnovato interesse per i temi storico-istituzionali e filosofico-politici legati all’attuale crisi delle istituzioni rappresentative e riporta interventi di autorevoli studiosi ed esperti – filosofi della politica, costituzionalisti, politologi, storici, sociologi, rappresentanti delle istituzioni – sul tema della crisi della democrazia, analizzato alla luce di competenze diverse e complementari.
    La Fondazione, infine, ha concorso al bando europeo 2016/17 “Europe for Citizens”, nell’ambito del coordinamento AICI sul tema “1917. La Rivoluzione di Ottobre, la caduta degli imperi e i loro effetti sul panorama politico e storico dell’Europa” (Revolution, Reform, Renovation. Approaching memory and imagery of October 1917. New perspectives of historical investigation for the building of the European united space). La ricerca, della quale è capofila la Fondazione di Studi storici Filippo Turati di Firenze, nasce in collaborazione con cinque Fondazioni aderenti all’AICI e prevede che il nostro Istituto si occupi, in particolare, dell’attività di dissemination e formazione presso le scuole superiori nazionali.
  4. Biblioteca ed emeroteca
    Nel corso del 2016, a seguito della cessazione del contributo per la catalogazione SBN del patrimonio librario della Fondazione da parte della Regione Lazio, si è interrotto il progetto di informatizzazione della biblioteca e della realizzazione del “sistema integrato di Istituto”, che si auspica di poter riattivare a breve.
    Nonostante le limitazioni operative poste dalla situazione finanziaria dell’istituto, le acquisizioni sono proseguite anche attraverso il sistema degli “scambi” con le pubblicazioni della Fondazione e, per le testate periodiche, con la rivista “Tempo Presente” – privilegiando la letteratura scientifica sui temi socio-politici, storici, istituzionali e politico-economici.
  5. Fondi d’archivio e materiale documentale
    Nell’anno 2016 si è proceduto nella progettazione di un programma di connessione tra l’archivio della Fondazione Matteotti e quello di altri Istituti culturali al fine di realizzare un sistema di connessione tra la biblioteca e l’archivio della Fondazione e quelli di altre istituzioni legate idealmente e storicamente ai principi del socialismo democratico.
    E’ tuttora in via di perfezionamento l’acquisizione di materiale d’archivio di particolare interesse storico grazie alla donazione da parte del Prof. Antonio Glauco Casanova (recentemente scomparso) concernente la sua partecipazione alla vita del Partito Socialdemocratico Italiano (Psdi), con particolare riferimento alla collaborazione con l’on. Luigi Preti e alla sua funzione di direttore del quotidiano del partito, “L’Umanità”. Sono in corso contatti con le famiglie degli Scomparsi per l’acquisizione degli archivi personali del Sen. Egidio Ariosto, dell’On. Eugenio Reale e dell’On. Flavio Orlandi.
    Sono proseguiti i contatti con la Fondazione Basso, capofila del progetto a livello regionale, per l’adesione dell’Istituto alla nuova fase del programma “Archivi del Novecento”.
    E’ in generale proseguita, anche nel corso dell’anno 2016, l’opera di reperimento e organizzazione dei documenti d’archivio ai fini della notifica dei fondi di maggior rilievo e del rilascio della dichiarazione dell’interesse culturale degli stessi ai sensi dell’art. 13 del Codice dei beni culturali (d. lgs. 22 gennaio 2004, n.42).

***********************************************

DESCRIZIONE SINTETICA DELL’ATTIVITA’ CULTURALE SVOLTA NEL QUINQUENNIO 2011- 2015
dalla Fondazione Giacomo Matteotti – Onlus

Nel corso del quinquennio 2011-2015 la Fondazione Giacomo Matteotti-Onlus ha svolto un ampio programma di attività nel campo della promozione delle attività culturali. L’azione della Fondazione è stata articolata e varia nei diversi settori nei quali l’Istituto tradizionalmente opera, in conformità con la sua missione statutaria che prevede (ex art. 2 dello Statuto):
1. lo svolgimento di attività nei seguenti settori:

formazione;
tutela, promozione e valorizzazione delle cose d’interesse artistico e storico di cui alla legge 1° giugno 1939, n. 1089, ivi comprese le biblioteche e i beni di cui al D.P.R. 30 settembre 1973, n. 1049;
promozione della cultura e dell’arte;
tutela dei diritti civili;
ricerca scientifica di particolare interesse sociale;
2. l’esclusivo perseguimento di finalità di solidarietà sociale, secondo la previsione dei commi 2 e sgg. dell’art. 10 del D.Lgs. n. 460/97. Gli artt. 3 e 4 dello Statuto, ribadiscono l’assenza di lucro, come peraltro previsto dallo status di Onlus della Fondazione.
Il Consiglio e il Comitato scientifico dell’Istituto hanno curato la programmazione e l’attuazione dei progetti di cui, di seguito, si dà conto.
Le iniziative attuate sono ripartite in diversi settori, ai quali corrispondono i paragrafi espositivi che seguono: 1.attività editoriale; 2. convegni, formazione e mostre; 3. ricerca; 4. biblioteca ed emeroteca; 5. archivio e materiale documentale.

1. Attività editoriale
Nel quinquennio la Fondazione Giacomo Matteotti ha continuato a patrocinare la pubblicazione del mensile di politica e cultura “Tempo Presente”, fondato da Ignazio Silone e Nicola Chiaromonte, del quale escono 6 fascicoli l’anno (di cui due doppi), con interviste, saggi e contributi originali di autorevoli personaggi del mondo della cultura, della ricerca e delle istituzioni. Negli ultimi fascicoli la rivista ospita un ampio dibattito sulla “Crisi della democrazia” al quale hanno contribuito autorevoli studiosi, politologi, esponenti politici e storici delle istituzioni.
2011
In occasione dell’organizzazione del convegno su “Pensiero politico e letteratura del Risorgimento”, realizzato in collaborazione con la Presidenza del Consiglio dei Ministri e con la Facoltà di Lettere e filosofia dell’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”, è stato dato alla stampa e distribuito agli studenti partecipanti e a tutti gli intervenuti il volume di pp. 88, a cura di Gianluca Galotta e Andrea Tornese, Pensiero politico e letteratura del Risorgimento, dizionario biografico dei protagonisti, filosofi e letterati, più illustri della stagione unitaria.
La Fondazione, nella persona del suo Presidente, Prof. Angelo G. Sabatini, ha partecipato alla preparazione degli Atti parlamentari dell’On. Luigi Preti, pubblicati in due volumi dalla Camera dei deputati, Poligrafico dello Stato, 20111, con un’ampia Introduzione dello stesso Sabatini.
E’ stato pubblicato il Rapporto 2009 – Disabilità e media, sulla rappresentazione dei diversamente abili nel sistema dell’informazione nazionale: un’analisi sistematica dei media nazionali (agenzie di stampa, quotidiani, periodici di settore e non, mezzi radiotelevisivi, internet) nel terzo trimestre del 2009. Il Rapporto 2009, pp. 188, Edizioni della Fondazione Giacomo Matteotti, è stato realizzato, sotto la guida di esperti tutor, da ricercatori specializzati, sotto gli auspici della Fondazione Roma – Terzo Settore.
Sono stati patrocinati, pubblicandoli nella rivista “Tempo Presente”, gli Atti del convegno Progetto Big Society. Una grande opportunità per la società civile (n. 361-372/2011).
2012
Sono stati pubblicati, in un unico volume La formazione dello Stato unitario, Rubbettino Editore, 2012, pp. 128, gli atti dei convegni “La formazione dello Stato unitario”, realizzato presso la Sala della Regina della Camera dei deputati il 6 giugno 2011, e “In difesa del Risorgimento”, realizzato nella Sala Consiliare del Comune di Tagliacozzo (AQ) il 18 marzo 2012, entrambi connessi alle celebrazioni dei 150 anni dell’unità d’Italia.
Nell’ambito del patrocinio concesso alla rivista “Tempo Presente” sono stati dati alla stampa gli Atti della commemorazione del Prof. Vittoriano Esposito in occasione del primo anniversario della sua scomparsa (n. 381-384/2012).
2013
E’ stato pubblicato l’ampio saggio Pensiero politico e letteratura del Risorgimento, di AA.VV., Atti del Convegno tenuto presso l’Università di Tor Vergata e presso la Sala del Mappamondo di Palazzo Montecitorio – Celebrazioni del 150° anniversario dell’Unità d’Italia, pp. 296, Rubbettino Editore, 2013.
2014
Ancora per i tipi di Rubbettino Editore, si è provveduto alla pubblicazione degli Atti del convegno Giuseppe Verdi e il Risorgimento. Il volume, di 176 pagine, edito nella collana “Studi di Storia e politica” e si avvale dei contributi, tra gli altri, di Franco Salvatori, Angelo G. Sabatini, Antonio Rostagno, Carlo Romano, Claudia Colombati, Ester Capuzzo e Antonio Casu.
2015
Nel 2015 è stata realizzata, in collaborazione con la Fondazione di Studi storici Filippo Turati di Firenze, la pubblicazione del volume Matteotti 90 nelle scuole. I giovani e la lezione civile, morale e politica di un martire per la democrazia, destinato agli studenti delle scuole superiori. Il volume, di 118 pagine, è ampiamente illustrato con immagini originali in quadricromia provenienti dall’archivio Matteotti ed è integrato da un DVD contenente documenti iconografici, materiali audiovisivi e supporti didattici indirizzati ai giovani.
E’ stato infine pubblicato il Rapporto 2012 Disabilità e media. La rappresentazione delle persone con disabilità nel sistema italiano dell’informazione. Lo studio, di 160 pagine, corredato di numerose tabelle statistiche, comprende, oltre alla ricerca condotta dal team di esperti della Fondazione, gli Atti del convegno-seminario tenutosi, in forma di Workshop, il 10 marzo 2015 presso la Sala del Refettorio della Biblioteca della Camera dei deputati, con la partecipazione degli autori del Rapporto e di autorevoli esponenti del mondo della comunicazione e delle associazioni delle persone con disabilità.
DVD
La Fondazione ha inoltre pubblicato il DVD dal titolo Giacomo Matteotti 1924-2014 che ripropone, tra l’altro, la registrazione della Commemorazione ufficiale di Matteotti tenutasi alla Camera dei deputati, nella Sala delle Regina, il 10 giugno 2014 e il percorso tematico sulla figura e l’opera del politico polesano basato sul materiale della mostra omonima allestita a Bologna nell’agosto del 2014.
E’ stato infine pubblicato il DVD Matteotti parla che riproduce l’omonimo atto unico realizzato sulla base del discorso di Giacomo Matteotti alla Camera dei deputati del 30 maggio 1924. L’adattamento teatrale è stato curato dalla Fondazione Giacomo Matteotti.

2. Convegni, seminari, attività di formazione
Quanto all’attività convegnistica, seminariale e di formazione, diverse iniziative sono state realizzate – come di seguito indicato – in collaborazione con Università, istituzioni culturali, ed enti diversi.
2011
La Fondazione, in sintonia con i propri scopi statutari, ha rivolto particolare attenzione alla formazione dei giovani realizzando convegni sui temi più rilevanti della società contemporanea, non trascurando il riferimento ad eventi di storia italiana. In tal senso ha dato vita, il 10 giugno 2011, ad un incontro commemorativo della morte di Giacomo Matteotti con la partecipazione dei rappresentanti delle istituzioni e di una nutrita rappresentanza dei studenti.
La Fondazione G. Matteotti, attraverso il Presidente e il Segretario Generale, ha partecipato a iniziative convegnistiche e di studio promosse da istituzioni dell’area riformista, nel quadro di una intesa operativa tra istituzioni che fanno riferimento ai valori del socialismo democratico. Tale partecipazione si iscrive nel progetto di una “risoluzione comune” siglata anni or sono. L’obiettivo è rivolto a pianificare iniziative congiunte in campo culturale.

Nell’attività svolta nel corso del 2011 hanno assunto particolare rilievo le iniziative convegnistiche legate alle celebrazioni del 150° anniversario dell’Unità d’Italia, che hanno dato vita alla predisposizione per la pubblicazione degli atti del duplice convegno sul tema “Il pensiero politico e letterario del Risorgimento Italiano”, organizzato dalla Fondazione Matteotti nel novembre-dicembre del 2011 presso la Facoltà di Lettere e filosofia dell’Università Roma 2 a Tor Vergata e presso la Sala del Mappamondo della Camera dei Deputati, nell’ambito delle celebrazioni del 150° anniversario dell’Unità nazionale, con il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Il convegno ha rappresentato una riflessione critica e attenta alle ragioni e al metodo della storia del pensiero, su personalità che nel costruire l’Italia hanno portato il loro contributo non meno dei sovrani, dei politici e dei condottieri. Il programma, inoltre, è stato mirato anche al mondo della scuola. Il progetto è infatti integrato dalla realizzazione di un dizionario biografico dei maggiori letterati e filosofi politici che costituiscono un piccolo dizionario biografico dei personaggi che hanno forgiato il pensiero politico e la letteratura nel periodo risorgimentale. La pubblicazione è destinata agli studenti delle scuole superiori.
2012
Il 29 marzo 2012, presso la Sala Convegni della Corte d’Appello del Tribunale Penale di Roma, la Fondazione ha collaborato con la Presidenza della Corte d’Appello nella realizzazione di un convegno su Il futuro dell’Unione Europea, con la partecipazione di: Giorgio Santacroce, Presidente della Corte d’Appello di Roma Luigi Paganetto, Emmanuele Emanuele, Achille Albonetti, Angelo Airaghi e coordinato da Angelo G. Sabatini, Presidente della Fondazione Giacomo Matteotti.
L’8 giugno 2012, presso la Biblioteca del Senato della Repubblica “Giovanni Spadolini”, è stato presentato il libro di Giuseppe Averardi Togliatti addio. Delirio e retaggio dello stalinismo italiano, con la partecipazione di Giuseppe Bedeschi, Gerardo Bianco, Luciano Pellicani, Gian Maria Fara e di Angelo G. Sabatini.
Il 22 giugno 2012, presso la Biblioteca del Senato della Repubblica “Giovanni Spadolini”, è stato presentato il libro di Amedeo La Mattina, Mai sono stata tranquilla. La vita di Angelica Balabanoff, con la partecipazione di Luciano Pellicani, Giovanni Sabbatucci, Cesare Salvi e Angelo G. Sabatini. Il libro è risultato vincitore ex aequo del Premio Giacomo Matteotti 2012 (sezione Saggistica) organizzato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri.
Sono stati realizzati ulteriori impegni articolati nello schema “ricerca – attività seminariale – convegno”, sempre in collaborazione con Università e Istituzioni culturali di settore. Si riportano di seguito i temi di altre attività convegnistico-seminariali:
1. Il riformismo nell’Italia repubblicana, Dr. Attilio Scarpellini
2. Problemi occupazionali della professione giornalistica, Dr. A. Aghemo
3. L’informazione nel mondo del lavoro che cambia, Dr. Alberto Aghemo
4. L’informazione come lavoro: gli sbocchi professionali per i laureati in scienze della comunicazione e per i diplomati delle scuole di giornalismo (in collaborazione con l’Ordine dei Giornalisti del Lazio).
Sul tema della diversità (culturale, linguistica, biologica, antropologica) è stata elaborata, d’intesa con la costituenda Fondazione Petroselli e con la Provincia di Roma, una serie di incontri seminariali con la partecipazione di esperti, ricercatori, operatori sociali e cultori della materia ed ai quali partecipano studenti degli ultimi anni dei Licei di Roma. Il primo di tali incontri su Razzismo vecchio e nuovo stato realizzato presso la Biblioteca della Camera dei deputati, Sala del Refettorio, il 19 dicembre 2012.
2013
Nel corso del 2013 si è tenuto il seminario su Bioetica e deontologia professionale di medici e infermieri, Roma, Biblioteca della Camera dei Deputati, 19-20 giugno 2013; analoga iniziativa è in programma per 2014, in collaborazione con le ASL di Roma e del Lazio.
Il giorno 11 ottobre del 2013 è stato organizzato il Convegno-seminario per le scuole superiori di Roma sul tema Verdi e il Risorgimento, Roma, Biblioteca della Camera dei Deputati,con interventi di autorevoli storici, musicologi e studiosi della materia. Tra questi: Carlo Ghisalberti, Ester Capuzzo, Claudia Colombata, Antonio Rostagno, Franco Salvatori, Angelo G. Sabatini, Antonio Casu.
Diversi i corsi tenuti a cura dell’Istituto a scopo non commerciale, in conformità con lo statuto di Onlus della Fondazione. Di seguito si riportano i titoli dei principali corsi tenuti di recente:
– Libertà di stampa e mercato dell’informazione, Dr. Alberto Aghemo
– La privacy nella società delle reti, Prof. A. G. Sabatini
– Psicoanalisi e società, Dott. Vincenzo Loriga
– Il lavoro che cambia e le nuove tecnologie, Dr. Sergio Venditti
– La filosofia dell’indigenza, Dr. Alberto Aghemo.

2014
In occasione delle celebrazioni del 90° anniversario della morte di Giacomo Matteotti è stato realizzato un vasto programma di convegni, commemorazioni e incontri che ha costituito nella sua ampia articolazione, un vero e proprio “anno matteottiano”. Il programma si è volto sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e con il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei ministri.
Il 5 maggio si è tenuto a Rovigo, in collaborazione con il Gruppo parlamentare del PD della Camera dei deputati, il convegno Matteotti e il territorio: virtù e rigore amministrativo, con relazioni dei Professori Angelo G. Sabatini e Maurizio Degl’Innocenti e interventi di amministratori locali e dell’On. Roberto Speranza. Il 19 maggio, a Rieti, nella Sala Consiliare, si è tenuto l’Omaggio a Giacomo Matteotti a 90 anni dalla scomparsa con interventi di Angelo G. Sabatini, Alberto Aghemo, Italo Arcuri e Aladino Lombardi. Gli interventi sono stati preceduti dalla prima rappresentazione della pièce teatrale Matteotti parla, di Massimiliano Perrotta e Roberto Pensa, azione scenica ispirata all’ultimo discorso di Giacomo Matteotti alla Camera del 30 maggio 1924. Sempre nell’ambito delle celebrazioni svolte sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, a Roma, nella Sala delle Colonne di Palazzo Marini, il 5 giugno si è tenuta la presentazione del libro L’avvocato di Matteotti Pasquale Galliano Magno, di Claudio Modena, con interventi di Angelo G. Sabatini, Costante Giuseppe Garibaldi, Filippo Paziente, Nicola Palombaro e dell’Autore. L’incontro si è aperto con un messaggio del Vice Presidente della Camera, On. Luigi Di Maio.
Il 10 giugno 2014 si è tenuta presso la Sala della Regina di Montecitorio la Commemorazione di Giacomo Matteotti alla presenza delle massime autorità dello Stato. La Commemorazione è stata seguita da un convegno di studi sul tema Giacomo Matteotti a 90 anni dalla morte, con interventi e relazioni del Presidente della Camera, Laura Boldrini, e dei professori Angelo G. Sabatini, Maurizio Degl’Innocenti, Ennio Di Nolfo, Stefano Caretti, Emmanuele F.M. Emanuele.
Nel pomeriggio del 10 giugno si è tenuta a Roma la consueta cerimonia commemorativa presso il monumento a Matteotti in Lungotevere Arnaldo da Brescia, con la partecipazione dell’On. Roberto Speranza, del Sen. Riccardo Nencini, dell’On. Guglielmo Epifani. Nella circostanza i Sindacati confederali, con la partecipazione delle associazioni e delle fondazioni di area, hanno voluto tributare un Omaggio del lavoro a Giacomo Matteotti, con interventi di Luigi Angeletti (Uil), Annamaria Furlan (Cisl) e Susanna Camusso (Cgil).
Il 14 giugno a Riano Flaminio, nel luogo del ritrovamento del cadavere di Matteotti, si è tenuto un ricordo del martire alla presenza delle autorità comunali, con una delegazione di Fratta Polesine, guidata dal Sindaco Tiziana Michela Virgili. Al termine della cerimonia la premiazione del concorso scolastico “Giacomo Matteotti” e la consegna delle medaglie conferite dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. “In ricordo di Giacomo Matteotti” sono intervenuti Angelo G. Sabatini, Fabio Fabbri e Italo Arcuri.
Nel Lazio, in particolare, è stato organizzato un ciclo di incontri commemorativi e di dibattiti in occasione della presentazione del volume di Italo Arcuri Il corpo di Matteotti. Gli incontri si sono tenuti a Civita Castellana (3 ottobre), Monterotondo (9 ottobre), Poggio Mirteto (11 ottobre), Bracciano (16 ottobre), Magliano Sabina (24 ottobre), Torrita Tiberina (12 novembre), Collevecchio (15 novembre), Albano (20 novembre), Formello (22 novembre), Anguillara (29 novembre) e Forano (5 dicembre). A Tagliacozzo si è tenuta, il 13 dicembre 2014 un’ulteriore manifestazione commemorativa di Matteotti nell’ambito delle celebrazioni del 90° anniversario della morte.
Quanto alle altre iniziative convegnistiche e seminariali, si segnalano quelle di seguito indicate.
Il 25 marzo 2014 è stato organizzato, presso la Sala del Refettorio della Biblioteca della Camera, il convegno Quale futuro per l’Europa tra crisi, rilancio e utopia, in collaborazione con l’Università Telematica Unitelma Sapienza, con interventi – tra gli altri – di Luigi Di Maio, Angelo G. Sabatini, Mario Carta, Emanuele F.M. Emanuele, Luigi Paganetto, Antonio Patuelli, Giorgio La Malfa, Mario Mauro, Cesare Salvi, Pier Virgilio Dastoli, Gianni Pittella.
Particolarmente intensa è stata, nell’ultima parte dell’anno, l’attività di presentazione di volumi, sviluppata nell’ambito del ciclo di incontri “Etica pubblica”, per il quale è stato concesso alla Fondazione Matteotti il Patrocinio della Presidenza della Camera dei Deputati. Le presentazioni sono state ospitate nella Sala del Refettorio della Biblioteca della Camera dei Deputati. Di seguito si segnalano due eventi. Giovedì 9 ottobre si è svolta la presentazione del volume “Banche, cittadini e imprese” di Antonio Patuelli, pubblicato da Rubbettino Editore, alla quale hanno preso parte, oltre all’Autore, Pietro Barucci, Giuseppe De Rita, Fabrizio Forquet, VirmanCusenza. Giovedì 30 ottobre la Fondazione Giacomo Matteotti-Onluse l’ISLE, Istituto per la documentazione e gli studi legislativi, in collaborazione con Rubbettino Editore, hanno presentato il volume “Etica, politica, democrazia” di Antonio Casu. Il testo è stato illustrato e commentato da Renato Balduzzi, Gerardo Bianco, Antonio Patuelli, Angelo G. Sabatini, Luciano Violante.
Quanto all’attività di formazione, nell’intento di approfondire le problematiche etiche, deontologiche e giuridiche connesse al complesso dibattito in corso sui temi eticamente sensibili in medicina, la Fondazione ha organizzato un convegno sul tema La formazione sanitaria tra etica e tecnologia, che si è tenuto a Roma, presso la Sala del Refettorio della Biblioteca della Camera dei deputati, nel pomeriggio di giovedì 27 novembre e nell’intera giornata di venerdì 28 novembre 2014. Il convegno, realizzato con il supporto dell’UOC di Formazione e aggiornamento della ASL RMA, ha fatto registrare la partecipazione di studiosi ed esperti di chiara fama, rappresentanti tanto del mondo accademico quanto di quello della politica e delle istituzioni. Tra questi si segnalano l’on. Paola Binetti e i professori Renato Balduzzi, Ivan Cavicchi, Guido Traversa, Maria Grazia Marciani, Ranieri de Maria, Gaetano E. Napoli, Lorenzo d’Avack, Paolo De Nardis, Francesco Brancati.
2015
Il 10 marzo si è tenuto, presso la Sala del Refettorio della Biblioteca della Camera dei deputati, il Workshop di presentazione del Rapporto 2012 Disabilità e media. La rappresentazione delle persone con disabilità nel sistema italiano dell’informazione. All’evento hanno preso parte gli autori del Rapporto e autorevoli esponenti del mondo della comunicazione e delle associazioni delle persone con disabilità, tra i quali Stefano Trasatti, direttore del “Redattore Sociale” e l’Avv, Vincenzo Falabella, presidente della FISH. Gli atti sono stati pubblicato nel già menzionato Rapporto 2012.
Il 15 aprile 2015, presso la Sala Zuccari di Palazzo Giustiniani in Roma, si è tenuto un Ricordo di Giuseppe Saragat a 50 anni dalla nomina alla Presidenza della Repubblica. L’evento, organizzato dalla Fondazione Matteotti con la collaborazione della Fondazione Filippo Turati – Ente Morale, della Fondazione Giuseppe Saragat e dell’Associazione Democrazia Futura, si è svolto sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e con il patrocinio del Senato della Repubblica. Vi hanno preso parte autorevoli storici, tra i quali Federico Fornaro, Giuseppe Averardi e Tito Lucrezio Rizzo. Gli atti del convegno sono stati pubblicati sulla rivista “Tempo Presente”.
In occasione del 91° anniversario della morte di Giacomo Matteotti, il 10 giugno presso la Sala Zuccari di Palazzo Giustiniani in Roma si è tenuto il Convegno Ricordare Matteotti, oggi, con un intervento del Presidente del Senato, Pietro Grasso, e relazioni di Angelo G. Sabatini, Giorgio Benvenuto, Gianna Granati e Maurizio Degl’Innocenti. Nel pomeriggio dello stesso giorno, presso la stele dedicata a Giacomo Matteotti in Lungotevere Arnaldo da Brescia ha avuto luogo la consueta commemorazione del martire dell’antifascismo.
Intensa, nel corso dell’anno, è stata l’attività di presentazione di libri. Il 23 aprile, in collaborazione con la Fondazione Nenni e con il Circolo Il Cenacolo si è tenuta a Roma, presso la sala delle Conferenze della Fondazione Besso, la presentazione del libro di Cesare Salvi Capitalismo e diritto civile, il Mulino, 2015. Sono intervenuti, oltre all’Autore, Pier Luigi Gregori, Pellegrino Capaldo, Pier Virgilio Dastoli, Marica Di Pierri e Stefano Rodotà.
Il 29 aprile, presso la Sala del Refettorio della Biblioteca della Camera dei deputati, è stata organizzata, in collaborazione con la Fondazione di Studi Storici Filippo Turati Onlus, la presentazione del saggio I giardini delle Muse. Il patrimonio culturale ed ambientale in Italia dalla Costituente all’istituzione del Ministero (1946-1975) di Andrea Ragusa, Franco Angeli Editore. Hanno presentato il volume, alla presenza dell’Autore, Angelo G. Sabatini, Maurizio Degl’Innocenti, Michele Rak, Antonio Casu e Alberto Aghemo.
Venerdì 2 luglio è stato presentato, presso la Fondazione Besso, il volume curato da Giorgio Pacifici Le maschere le male. Una sociologia. Sono intervenuti, oltre all’Autore, Angelo G. Sabatini, Rocco Buttiglione, Patrizia Martinez e Pier Luigi Gregori.
A conclusione dell’anno, il 4 dicembre si è tenuto, presso la sala del Consiglio della Provincia di Chieti, il Convegno sul tema L’avvocato di Giacomo Matteotti. La difesa dei diritti, il processo e il ruolo dell’avvocato. L’evento, organizzato in collaborazione con l’Ordine degli Avvocati di Chieti, ha visto l’intervento dei autorevoli esponenti dell’avvocatura e della magistratura locale; nella circostanza è stato presentato il saggio, curato da Claudio Modena, L’avvocato di Matteotti, Pasquale Galliano Magno (Edizioni Apogeo). Sono interventi, tra gli altri: Geremia Spiniello, Pietro Mennini, Luigi Orsini, Angelo G. Sabatini, Alberto Aghemo, Filippo Paziente. Ha concluso i lavori il Vice Presidente del Consiglio Superiore della Magistratura, Giovanni Legnini.

Attività di formazione 2015

Nel corso dell’anno scolastico 2014-15 è stato realizzato il progetto Matteotti 90 nelle scuole. I giovani e la lezione morale e politica di un martire per la democrazia, destinato agli studenti delle scuole superiori di Roma e provincia. Il progetto, realizzato in collaborazione con la Fondazione di Studi Storici Filippo Turati di Firenze e con il sostegno della Fondazione Terzo Pilastro – Italia e Mediterraneo, ha previsto un’intesa attività seminariale e di formazione in 15 istituti della Capitale e della provincia di Roma, con proiezione di prodotti audiovisivi e distribuzione di materiale didattico interattivo appositamente realizzato. In alcune scuole è stato inoltre rappresentato l’atto unico Matteotti parla, realizzato sulla base del discorso di Giacomo Matteotti alla Camera dei deputati del 30 maggio 1924. L’adattamento teatrale è stato curato dalla Fondazione Giacomo Matteotti, che ha anche realizzato una registrazione della pièce su un DVD, anch’esso predisposto per le scuole.
A coronamento di un’intesa collaborazione con il MIUR, Direzione Generale per lo Studente, l’Integrazione e la Partecipazione, la Fondazione Giacomo Matteotti Onlusa e la Fondazione di Studi Storici Filippo Turati Onlus hanno premiato i vincitori del concorso nazionale MATTEOTTI 90. Ricordare Giacomo Matteotti e la sua testimonianza di libertà e di democrazia a 90 anni dalla morte. La cerimonia si è svolta il 10 novembre presso la Sala della Comunicazione del MIUR.

MOSTRE
La mostra Giacomo Matteotti 1924-2014 è stata allestita nell’ambito della Festa Nazionale del PD di Bologna nel periodo 27 agosto – 7 settembre 2014. L’esposizione è stata realizzata in collaborazione con la Fondazione di Studi Storici Filippo Turati di Firenze, con la supervisione storica del Prof. Maurizio Degl’Innocenti, congiuntamente con il Gruppo parlamentare del PD alla Camera.
L’esposizione è stata nuovamente presentata, con un allestimento aggiornato e plurilingue, a Strasburgo, presso la sede del Parlamento europeo, il 7 luglio del 2015, con il titolo Matteotti la guerra e l’Europa; la nuova esposizione è stata realizzata in collaborazione con il Gruppo parlamentare del Partito Democratico e con la Delegazione del PD al Parlamento europeo.

3. Ricerche
Sempre nel quadro della progettazione dell’attività della Fondazione sono state avviate, nei vari campi della ricerca politico-culturale e dell’indagine scientifica sui fenomeni socio-economici più rilevanti, iniziative ai fini della comprensione dei temi di fondo della società contemporanea.
2011
Nell’ambito del medesimo filone di ricerca inaugurato nel 2005, nel corso del 2011 si è proceduto alla redazione del Rapporto 2009 Disabilità e media. La rappresentazione dei diversamente abili nel sistema italiano dell’informazione, che contiene l’aggiornamento al 2009 dei dati e l’ampliamento dei mezzi di informazione analizzati nell’ambito del precedente monitoraggio sui media. La ricerca prevede un ampio monitoraggio dei media nazionali al fine di ricostruire tecniche e modalità della rappresentazione del fenomeno disabilità sui diversi mezzi che costituiscono la filiera del sistema dell’informazione: dalla agenzie di stampa ai quotidiani, dai periodici (di settore e non) alle emittenti radio-televisive, al web (siti internet, blog, web 2.0).
2012
Sulla base della ricerca effettuata negli anni precedenti la Fondazione ha provveduto ad una riflessione sull’impostazione metodologica e sui risultati della ricerca stessa, nella prospettiva della realizzazione dell’Osservatorio Disabilità e media avviato, sotto l’egida della Fondazione Roma – Terzo Settore.
2013
Sul tema Verdi e il Risorgimento: attività di ricerca e convegnistica (ottobre 2013).
In preparazione delle celebrazioni per il 90° anniversario della morte di Giacomo Matteotti (giugno 2014), sono state avviate diverse iniziative di ricerca storica e documentale. Tra queste la redazione di un’ampia Bibliografia ragionata degli scritti su Giacomo Matteotti.
2014
Nell’ambito delle attività di ricerca promosse dalla Fondazione nel settore delle scienze sociali e della comunicazione è stata completata la ricerca sul tema Disabilità e media. La rappresentazione delle persone con disabilità nel sistema italiano dell’informazione curata dai ricercatori della Fondazione. L’indagine, che prosegue e sviluppa un filone di indagine avviato dalla Fondazione dal 2005, si è svolta con il cofinanziamento della Fondazione Terzo Pilastro – Italia e Mediterraneo.
In vista delle celebrazioni per il centenario della Prima Guerra Mondiale, la Fondazione ha avviato il progetto L’Italia e gli italiani nella Grande Guerra. Politica economia arte e società (1915-1918). Il progetto è articolato in diverse fasi e prevede la realizzazione di una ricerca, di un convegno, di un volume a stampa, di una banca dati di immagini, di un’attività seminariale e di formazione per le scuole.
2015

Si è conclusa la redazione del Rapporto 2012 Disabilità e Media, con la realizzazione del menzionato Workshop tenutosi il 10 marzo 2015.
E’ proseguita l’attività di ricerca legata alla realizzazione del progetto L’Italia e gli italiani nella Grande Guerra. Politica economia arte e società (1915-1918). In particolare si è proceduto alla realizzazione dei saggi e delle ricerche destinati a confluire nella pubblicazione del volume omonimo, che sarà editato per i tipi di Rubbettino Editore nella collana di “Storia e politica” della Fondazione Giacomo Matteotti, curata da Ester Capuzzo, Antonio Casu e Angelo G. Sabatini.

4. Biblioteca ed emeroteca
Nel corso del quinquennio è stato perfezionato il progetto di informatizzazione e collegamento telematico della banca dati della Biblioteca e dell’emeroteca della Fondazione. Il progetto ha inteso realizzare una specifica valorizzazione e una più ampia fruibilità pubblica dell’attività istituzionalmente svolta dalla Fondazione, attraverso un programma sistematico di catalogazione e accesso al patrimonio librario e documentale dei diversi fondi, anche in collaborazione con organismi pubblici, quali biblioteche, archivi e musei. Sono state realizzate le connessioni al Servizio Bibliotecario Nazionale (SBN), sì da contribuire attivamente alle iniziative del BAICR – Consorzio Biblioteche e Archivi degli Istituti Culturali di Roma. Il completamento della base dati prevede, oltre alle operazioni di catalogazione e schedatura tematica, anche la realizzazione, per le fonti di maggior interesse, di tesaurus e di abstract. Infine, è stata attivata la condivisione in rete dei dati mediante adesione al Polo SBN, in virtù della convenzione perfezionata con l’Istituto dell’Enciclopedia Italiana.
Le acquisizioni sono proseguite – pur nelle limitazioni di bilancio imposte dalla contrazione dei contributi pubblici – anche attraverso il sistema degli “scambi” con le pubblicazioni della Fondazione e, per le testate periodiche, con la rivista “Tempo Presente” – privilegiando la letteratura scientifica sui temi socio-politici, storici, istituzionali, politico-economici.

5. Fondi d’archivio e materiale documentale
E’ proseguita, nel quinquennio 2011-2015, l’opera di reperimento e organizzazione dei documenti d’archivio ai fini della notifica dei fondi di maggior rilievo e del rilascio della dichiarazione dell’interesse culturale degli stessi ai sensi dell’art. 13 del Codice dei beni culturali (d. lgs. 22 gennaio 2004, n. 42).
In particolare, è in via di definizione un progetto di connessione tra l’archivio della Fondazione Matteotti e quello dell’Istituto di Studi sociali “Giuseppe Saragat”, al fine di realizzare un sistema di connessione tra la biblioteca e l’archivio della Fondazione e quelli di altre istituzioni legate idealmente e storicamente ai principi del socialismo democratico.
Si segnala, tra l’altro, che la Fondazione ha ricevuto in donazione dal Prof. Angelo G. Sabatini un fondo d’archivio composto da oltre 6.000 articoli e ritagli di giornali e riviste, classificati sistematicamente in oltre 2.000 voci tematiche. Sono stati, infine, attivati contatti formali per l’acquisizione degli archivi personali di autorevoli protagonisti della storia politico-istituzionale del Paese, quali Oronzo Reale e Flavio Orlandi.
E’ stato acquisito materiale d’archivio con donazione da parte del prof. Antonio Glauco Casanova concernente la sua partecipazione alla vita del Partito Socialdemocratico Italiano (Psdi), con particolare riferimento alla sua collaborazione con l’on. Luigi Preti e alla sua funzione di direttore del quotidiano del partito, “L’Umanità”.
E’ in corso l’adesione al circuito telematico Archivi del Novecento nell’ambito del programma di rilancio dell’iniziativa da parte della Regione Lazio. Il programma, di cui è capofila la Fondazione Lelio e Lisli Basso, è riservato agli Istituti culturali selezionati nell’Albo tenuto dalla Regione, Albo nel quale la Fondazione Matteotti è da tempo inserita.

******************************

SINTESI ATTIVITA’ ANNI PRECEDENTI

Ricerche

2009-2012

Handicap e media. La rappresentazione dei diversamente abili nel sistema italiano dell’informazione. Continuazione della ricerca promossa dalla Fondazione G. Matteotti, in collaborazione con il Master in giornalismo e comunicazione pubblica dell’Università di Roma “Tor Vergata” e con il patrocinio della Commissione Italiana per l’Unesco. Alla ricerca hanno collaborato Alberto Aghemo, Antonio Leone, Angelo G. Sabatini.

La ricerca ha prodotto un “Rapporto 2009” ed è stata realizzata anche con il contributo offerto dalla Fondazione Roma – Terzo Settore.

2004 – 2005

Handicap e media. La rappresentazione dei diversamente abili nel sistema italiano dell’informazione. Ricerca promossa dalla Fondazione G. Matteotti, in collaborazione con il Master in giornalismo e comunicazione pubblica dell’Università di Roma “Tor Vergata” e con il patrocinio della Commissione Italiana per l’Unesco. Alla ricerca hanno collaborato Alberto Aghemo, Antonio Leone, Angelo G. Sabatini, Anna Astrella, Celestina Dominelli, Francesco Maria Russo, Stefano Caredda, Gabriele Masini. La ricerca ha prodotto un “Rapporto 2005” ed è stata realizzata anche con il contributo offerto dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Roma.

2004

La Fondazione G. Matteotti ha favorito e incoraggiato la ricerca di Clemente Borando, su Il delitto Matteotti tra verità e silenzi. Un’analisi della stampa dell’epoca fornendo materiale utile alla ricerca. Il lavoro è stato pubblicato dalla Casa Editrice in Udine, “Senaus” (2004) . E’ annesso al volume un CD che approfondisce l’analisi dei giornali consultati.

1996

Ricerca finanziata dal Consiglio Nazionale delle Ricerche Giacomo Matteotti. La vita e la testimonianza politica. Contributo di Alberto Aghemo, Paola Caridi, Antonio Glauco Casanova, Mauro Martini, Angelo G. Sabatini, Mario Valente.

1994

Ricerca finanziata dal Consiglio Nazionale delle Ricerche: La crisi dei partiti comunisti in Europa con il contributo di Alberto Aghemo, Paola Caridi, Mauro Martini, Patrizia Parnisari, Angelo G. Sabatini, Attilio Scalpellini, Roberto Valle.